Economia 19 Giugno Giu 2015 0930 19 giugno 2015

Telecom, Vivendi pronta a salire di quota

  • ...

Il fronte brasiliano torna ad essere caldo per Telecom. È l'arrivo di Vivendi a riaccenderlo e l'ipotesi che i francesi, in pectore il primo socio con l'8% possano salire fino al 15% del capitale, chiedere posti in Cda e cambiare le strategie in America Latina riportando d'attualità l'ipotesi di una vendita di Tim Brasile. La Consob tiene monitorata la situazione mentre la Borsa specula. Il presidente Giuseppe Recchi e l'Ad Marco Patuano non commentano i rumors mentre la controllata brasiliana Tim Participacoes con una nota fa sapere di avere il sostegno della capogruppo e di essere ancora strategica per Telecom. La Borsa si infiamma e il titolo corre in rialzo di oltre il 4% a 1,15 euro. Vivendi, primo socio Telecom in pectore con l'8,3%, sarebbe a favore del fatto che la società valuti la cessione dell'unità in Brasile e addirittura nel medio termine studi la fusione della società italiana con un altro gruppo delle Tlc europee.

Marco Patuano PATUANO SALUTA CON FAVORE LA CRESCITA DEI FRANCESI. «Bene, molto bene» ha detto l'Ad Marco Patuano all'ipotesi che i francesi possano incrementare la quota fino al 15% pur precisando che «siamo soliti non commentare quello che fanno gli azionisti. Vivendi - fa notare Patuano - ha un core business in un settore complementare al nostro per cui sono convinto avremo ottime opportunità di fare cose insieme. Quello che importa per un'azienda come noi è che qualunque azionista porti valore. Poi tutti gli azionisti sono benvenuti", ha poi ribadito Recchi interpellato nuovamente sul tema. "Poi che un azionista sia francese, tedesco o inglese non importa - ha detto di Vivendi - i capitali non hanno passaporto". Sono benvenuti anche azionisti pubblici? gli è stato chiesto. «La società è una public company chiunque può comprare" sul mercato, ha detto il presidente Telecom. INWIT PRONTA AL DEBUTTO IN BORSA. «Chi la compra oggi lo fa perché crede nel nostro piano industriale - ha aggiunto -. Perché ha visto la performance che il titolo ha fatto, nell'ultimo anno e mezzo è cresciuto del 70%, e crede soprattutto nel management che la sta gestendo». Intanto va in porto la quotazione di Inwit, la società delle torri di Telecom che lunedì debutta sul listino. «Faccio un bel sorriso - commenta l'Ad di Telecom Marco Patuano -. È stata una settimana con parecchie tensioni sui mercati, non certo un momento facile per chi doveva fare un Ipo, abbiamo collocato sulla parte alta della forchetta» (3,65 euro). «Bene soprattutto la qualità del book con tutti i grandi investitori istituzionali nelle infrastrutture, è una grande soddisfazione», ha concluso a margine del Tim Energy Day a Expo.

Correlati

Potresti esserti perso