Saldi 150706104358
ACQUISTI 6 Luglio Lug 2015 1032 06 luglio 2015

Saldi estivi, cinque consigli per affrontarli al meglio

Occhio ai cartellini. Stabilite un budget prima di uscire. E andate soli. Cinque accorgimenti per sopravvivere.

  • ...

Al via i saldi estivi nei negozi di Firenze.

È scattata la corsa ai saldi estivi.
Ad aprire le danze è stata la Campania il 2 luglio, mentre sabato 4 hanno dato il via libera ufficiale anche Roma, Milano, Venezia, Firenze e le altre città d'Italia. Ma come spendere una cifra ragionevole senza farsi fregare? Ecco cinque consigli per sopravvivere alla piacevole fatica dei saldi.

1. Non è tutto oro quel che luccica

Prima regola: compriamo nei saldi per risparmiare, quindi occhio alle fregature. L'accorgimento numero uno, quando entriamo in un negozio che promette occasioni, è verificare se i prezzi dei capi che ci interessano sono realmente più bassi rispetto al cartellino, e di quanto.
OCCHIO AI PREZZI NEI PRE-SALDI. Se avete tempo, la strategia migliore è quella di fare un giro per negozi nel periodo dei pre-saldi, per adocchiare cosa vi interessa e soprattutto dare un'occhiata ai prezzi pieni.
CONTROLLATE I COSTI CON LE APP. Un'altra possibilità è quella di fare un giro di shopping virtuale sulle app delle principali catene di abbigliamento per confrontare il prezzo sul cartellino prima del ribasso.

2. Scegliete prima un budget e un itinerario

Prima di partire all'assalto dei negozi, è necessario crearsi un budget e decidere a cosa ci serve. Scarpe, abiti, costumi? Scegliete i negozi che volete saccheggiare, e cercate di rispettare la vostra lista.
NON ENTRATE IN TUTTI I NEGOZI. Se per esempio non avete bisogno di una borsa nuova, passate davanti alla vetrina dei negozi di borse senza entrare: una prova difficile, specialmente per le donne, ma che non vi farà cadere in tentazione e vi permetterà di risparmiare per qualcosa di più utile.
CARTA DI CREDITO A CASA. Se avete le mani bucate e siete inclini allo shopping compulsivo, lasciate a casa la carta di credito e mettete nel portafoglio le banconote che pensate debbano bastarvi.

3. Aspettate i saldi inoltrati

Non lasciatevi prendere dall'euforia. Nei primi giorni di saldi solitamente non vengono applicati ribassi maggiori del 30%.
Quindi fate un giro iniziale, concedetevi solo qualcosa di urgente, e aspettate. Una decina di giorni dopo l'inizio delle vendite promozionali lo stesso capo che era venduto al 30% in meno, molto probabilmente sarà ribassato già del 50%.
NON VALE PER I BENI DI LUSSO. Attenzione, la regola non vale per i beni di lusso, che solitamente non subiscono gli andamenti di mercato: se avete la fortuna di trovare una borsa griffata scontata del 20% non lasciatevela scappare.

4. Niente distrazioni: un'amica è più che sufficiente

Fa caldo, i negozi sono affollati e le energie scarseggiano: meglio non peggiorare la situazione portando con sè persone che perdono la pazienza facilmente e che vi mettono fretta. Insomma, meglio soli che male accompagnati: lasciate a casa il vostro partner che passerà il tempo a fissare l'orologio.
VIETATO ANDARE IN GRUPPO. E le amiche? Al massimo, se proprio volete compagnia, portatene solo una con voi. Se andate in gruppo, il rischio è quello di passare ore ferme al primo negozio.

5. Pagare con il bancomat si può, sempre

Le forme di pagamento non differiscono da quella abituali: tutti i negozi convenzionati con carte di credito sono tenuti, per legge, ad accettarle anche durante il periodo dei saldi.
CAMBIO MERCE? NON LO STABILISCE IL NEGOZIANTE. Le associazioni di categoria sono chiare: se il negoziante dovesse dirvi che non potete pagare col bancomat nonostante fuori dallo store sia esposta la targa che lo indica, potete rivolgervi all'istituto di credito per segnalare il fatto. Anche sul tema del cambio della merce, la situazione è analoga ed è regolamentata dalle norme, non è quindi a discrezione del commerciante di turno.

Correlati

Potresti esserti perso