Economia 9 Luglio Lug 2015 1145 09 luglio 2015

Disoccupazione raddoppiata in 6 anni: 12,7%

  • ...

In Italia il numero dei giovani senza lavoro dal 2007 è raddoppiato: 42,7% La disoccupazione in Italia ha raggiunto un picco del 12,7% nel 2014, oltre 6 punti percentuali in più rispetto a prima della crisi (6,1% nel 2007), ma nel 2016 comincerà a scendere, passando sotto il 12% nel quarto trimestre. Lo riporta l'Ocse nel suo Employment outlook che mette in evidenza come cresca anche l'incidenza della disoccupazione di lungo periodo: nel 2014, il 61,5% dei senza lavoro lo era da almeno 12 mesi, contro il 56,9% del 2013. Nel 2014 in Italia è però aumentata anche la partecipazione alla forza lavoro, salita al 64,9%, 0,6 punti percentuali in più rispetto al 2013. L'incremento è stato particolarmente marcato nella fascia d'età 55-64 anno, dal 45,3% del 2013 al 48,9% del 2014. LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE E' RADDOPPIATA DAL 2007. La disoccupazione giovanile in Italia nel 2014 è aumentata di 2,7 punti rispetto al 2013, arrivando a quota 42,7%. Lo riferisce l'Ocse. La percentuale è più che raddoppiata dal 2007, quando si fermava al 20,4%. «Più di una persona su 4 di età uguale o inferiore ai 29 anni in Italia non è né occupata né in educazione (Neet)", percentuale che "si è impennata del 40% dall'inizio della crisi, aprendo un ampio divario con la media Ocse». IN ITALIA SALARIO MEDIO A +0,8%. Dopo essere stato stabile nel 2013, il salario medio in Italia è aumentato nel 2014 dello 0,8% (dato annualizzato), arrivando a 34.744 dollari. Lo riporta l'Ocse nel suo Employment outlook. Il salario medio è però diminuito dello 0,4% rispetto al 2007, ultimo anno prima dell'esplosione della crisi. Nei sette anni precedenti, dal 2000 al 2007, il salario medio era invece aumentato dello 0,5%.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso