Economia 13 Luglio Lug 2015 1123 13 luglio 2015

Grecia, l'Italia ha perso 4,3 mld di export

  • ...

Eurogruppo
La Grecia è salva, ma l'Italia non se la passa tanto bene. Dopo 17 ore di riunione, l'Eurogruppo ha trovato un'intesa all'unanimità. In sintesi il piano varato dall'Europa «offre» circa 80 miliardi ad Atene, accordo che permetterà di ricapitalizzare le banche greche con 25 miliardi di euro subito. La decisione di finanziare la Grecia è arrivata il 13 luglio dopo una lunga parabola discendente che ha visto impoverirsi non solo i greci, ma anche i paesi che hanno rapporti commerciali con l'economia ellenica. In particolare l'export italiano nel 2007 era pari a 8 miliardi, calato a 1,4 miliardi nel 2014. Ma la discesca potrebbe non fermarsi qui, la previsione per il 2015 vede un ulteriore calo del giro di affari che si assesterebbe a circa un miliardo. L'EXPORT ITALIANO HA PERSO 4,3 MILIARDI IN 7 ANNI. Nel 2008, subito prima della grande crisi economica mondiale, la Grecia assorbiva prodotti per 8 miliardi di euro. Allo stesso tempo l'Italia acquistava beni provenienti dalla penisola ellenica pari a circa 2 miliardi. Quindi il saldo dell'import-export era estremante favorevole per l'Italia che poteva registrare a bilancio +6 miliardi. Una perdita pari a 4,3 miliardi negli ultimi sette anni di scambi. Dall'altro lato l'import italiano di prodotti greci ha sempre registrato un trend positivo, fatta eccezione per il 2009 che ha visto un calo del 19,7%. Per il resto nel 2010 è stato +26,3%, per passare a +12,4% nel 2011, nessuna variazione nel 2013,  +8,8% nel 2013, +2% nel 2014. LA CLASSIFICA DEI PRODOTTTI ITALIANI PIU' VENDUTI IN GRECIA. Dal 2009 le cose sono crollate in maniera verticale. Il Pil greco è sceso del 25% rispetto all'inizio della crisi, ha tolto potere di acquisto ai cittadini ellenici facendo crollare le importazioni anche di prodotti italiani. La Grecia è una buon cliente dell'Italia e a livello assoluto la prima categoria del made in Italy acquistata sono gli alimentari e le bevande per un valore di 524 milioni su 3,7 miliardi totali di prodotti scambiati. a seguire c'è la moda che pesa 478 milioni, sostanze chimiche e farmaceutica 444 milioni, meccanica 409 milioni, metalli e prodotti in metallo 322 milioni. Conti alla mano la crisi greca ha fatto più male all'Italia che da 6 miliardi è passata a 1,4 miliardi di beni venduti e la previsione è quella di un ulteriore calo che potrebbe fermarsi a quota 1 miliardo entro la fine dell'anno. Infatti nei primi mesi del 2015 è già stato registrato un calo delle esportazioni italiane del 4,4%. IMPRESE ITALIANE PENALIZZATE. L'Italia ha sofferto e soffre la crisi Greca. Le imprese italiane infatti oltre ad avere rapporti commerciali intensi erano anche presenti fisicamente sulla penisola aprendo filiali o comprando delle partecipazioni di controllo sull'onda del boom economico del dopo ingresso nell'euro.. Il fatturato delle 300 imprese italiane è arrivato a quota 2,3 miliardi nel 2008, prima di tirare il freno a mano che ha visto il giro di affari quasi dimezzarsi in 5 anni attestandosi a quota 1,3 miliardi. Anche il numero delle società è calato 190 unità. Anche gli addetti ai lavori si sono ridotti da 6.036 a 4.113 unità. Non ci sono ancora dati relativi alla prima metà del 2015, ma è molto probabile che il trend sia ancora in flessione.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso