Ritorno della Troika
IL DOCUMENTO 14 Luglio Lug 2015 1558 14 luglio 2015

Report Fmi: «La Grecia ha bisogno di 30 anni per ripagare i Paesi Ue»

Nuova analisi di Washington: «Serve una ristrutturazione più profonda del debito».

  • ...

I capi di Stato e di governo della zona euro hanno stabilito innanzitutto che la Grecia debba inoltrare una richiesta di assistenza finanziaria anche al Fondo monetario internazionale. Si tratta di una precondizione affinché l'Eurogruppo possa trovare un accordo su un nuovo programma del fondo salva-Stati a vantaggio di Atene. Le tre istituzioni (Banca centrale europea, Commissione europea e Fondo monetario internazionale) si preparano così a tornare ad Atene.

La Grecia avrà bisogno di un ristrutturazione del debito più sostanziosa di quella che i Paesi europei hanno solo ipotizzato di considerare. Secondo uno studio riservato del Fondo monetario, visionato dall'agenzia Reuters, i piani devono essere rivisti a causa della devastazione dell'economia e del sistema bancario ellenico delle ultime due settimane.
IL DOCUMENTO INVIATO DOPO L'INTESA. «L'analisi aggiornata della sostenibilità del debito», scrive Reuters, «è stata inviata ai governi dell'Eurozona lunedì 13 luglio, ore dopo che Atene e i 18 partner dell'area euro hanno sottoscritto un accordo per la riapertura dei negoziati per un terzo bailout da 86 miliardi d euro».
30 ANNI PER RIPAGARE I DEBITI. Secondo il documento riservato dell'Fmi, la ristrutturazione deve andare molto oltre l'ipotesi presa in considerazione e la proposta dell'Esm (il fondo Salva Stati europeo).
«I Paesi europei dovrebbero dare alla Grecia un periodo di 30 anni per ripagare tutti i suoi debiti includendo nuovi prestiti e una drammatica estensione della loro maturazione o ancora fare trasferimenti fiscali diretti su base annua al bilancio greco o ancora accettare profondi tagli dei debiti», è scritto secondo quanto riporta Reuters nel rapporto del Fondo monetario.
Già nella settimana del referendum i Paesi Ue avevano tentato di bloccare un rapporto di Washington che aveva stime più pessimiste sulle condizioni di sostenibilità del debito greco.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso