Economia 22 Luglio Lug 2015 1035 22 luglio 2015

Industria, fatturato a maggio: +1,2%

  • ...
Fiducia delle imprese in calo

A maggio il fatturato dell'industria è tornato a salire, con un rialzo dell'1,2% rispetto ad aprile e aumenti sia sul mercato interno (+1,1%) sia su quello estero (+1,3%). Lo rende noto l'Istat precisando che su base

annua invece il fatturato cala dello 0,9%: il contributo più ampio a tale flessione viene dalla componente interna dell'energia.
L'Istat precisa che il fatturato totale, corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 21 di maggio 2014), precisa l'Istat, cresce in termini tendenziali del 2,4%, con un incremento dello 0,6% sul mercato interno e del 5,8% su quello estero.
CORRONO I BENI STRUMENTALI +6,6%. E in particolare, aumenta del 6,6% per i beni strumentali, del 2,6% per i beni di consumo (+3,4% per quelli durevoli e +2,5% per quelli non durevoli) e dell'1,6% per i beni intermedi, mentre diminuisce dell'8,8% per l'energia. L'incremento tendenziale più rilevante si registra nella fabbricazione di mezzi di trasporto (+12,5%), della fabbricazione di macchinari e attrezzature n.c.a. (+7,6%) e della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (+6,9%); le variazioni negative più marcate si rilevano nelle attività estrattive (-38,2%), nella fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-5,7%) e nell'industria del legno, carta e stampa (-1,7%). Gli indici destagionalizzati, infine, segnano incrementi congiunturali per l'energia (+6,0%), per i beni strumentali (+2,0%) e per i beni di consumo (+0,6%), mentre i beni intermedi registrano una lieve flessione (-0,1%).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso