Economia 5 Agosto Ago 2015 1617 05 agosto 2015

Casa, prezzi verso la stabilità

  • ...

In aumento le compravendite nel I trimestre I prezzi delle abitazioni verso una stabilizzazione. Nel II trimestre 2015 ha continuato a ridursi, seppur lievemente, la percentuale di agenti immobiliari che riportano un calo dei prezzi di vendita delle case (al 56,4% contro il 59,3 di aprile). La quota di chi segnala un aumento si attesta a un trascurabile 0,8%; in crescita i giudizi di stabilità (al 42,7%, da 39,4). A rivelarlo il sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia di Bankitalia. La riduzione del saldo fra la quota di operatori che riportano una diminuzione dei prezzi di vendita e la quota di chi segnala un aumento è stata più accentuata al Nord Ovest, nel Sud e Isole e nelle aree metropolitane (dove si è assestato a -51,4 da -56,4). IN LEGGERO AUMENTO LE COMPRAVENDITE NEL I TRIMESTRE. Per quanto riguarda le compravendite, la percentuale di agenti che hanno venduto almeno un'abitazione nel I trimestre è leggermente aumentata (al 71,1% dal 69,6%), attestandosi su livelli di poco superiori a quelli dello stesso periodo del 2014 (68,1%). "Sono tuttavia peggiorati i giudizi relativi alle condizioni della domanda: il saldo tra la quota di agenti che riportano un incremento e quella di quanti segnalano una diminuzione dei potenziali acquirenti è tornato negativo, a -4,3 punti percentuali, da 5,5 punti percentuali della precedente rilevazione", evidenzia il sondaggio, spiegando che "il risultato può risentire di fattori stagionali; rispetto allo stesso periodo del 2014 il saldo è in netto miglioramento (era pari a -20,5 punti percentuali)".

In crescita le locazioni nel II trimestre LOCAZIONI (E CANONI DI AFFITTO) IN CRESCITA NEL II TRIMESTRE. La quota di operatori che hanno dichiarato di avere dato in locazione almeno un immobile nel II trimestre 2015 è passata all'82,7% dall'80%. In calo (al 38,6%, dal 44,8) il numero di chi ha segnalato una riduzione dei canoni, a fronte dell'aumento della quota di giudizi di stabilità (al 58,3%, dal 52,1). CRESCE IL NUMERO DELLE CASE ACQUISTATE CON IL MUTUO. La quota di acquisti finanziati con un mutuo ipotecario ha continuato a salire nel II trimestre, portandosi al 66,8% (dal 65,2 in gennaio). Inoltre è in lieve aumento il rapporto tra prestito e valore dell'immobile (al 65,3%, dal 64,2), grazie agli incrementi che hanno riallineato il Centro e il Mezzogiorno alla media. MIGLIORANO LE PROSPETTIVE A BREVE E MEDIO TERMINE (DUE ANNI).Infine, per quanto riguarda le prospettive, valutandole rispetto alla scorsa estate per eliminare gli effetti della stagionalità, sono in miglioramento sia sul breve termine, per il mercato immobiliare nazionale e per il proprio mercato di riferimento, sia sull'orizzonte di medio termine (due anni).

Correlati

Potresti esserti perso