Mazars Sede Parigi 150811163653
AZIENDE 12 Agosto Ago 2015 1617 12 agosto 2015

Bdo, blitz dei soci di maggioranza: adesso è guerra

I soci di maggioranza di Bdo e Mazars cedono i rami d'azienda ad Alpha Audit. Lasciandole entrambe al verde e senza clienti. I partner esclusi affilano le armi.

  • ...

Mazars ha sede a Parigi, Francia.

'Aggregazione' per svuotamento forzoso. I soci di minoranza di Bdo Italia e Mazars Italia hanno un diavolo per capello. E anche i manager internazionali dei due network di consulenza e revisione sono sul piede di guerra.
Soprattutto i francesi di Mazars, che con questa manovra dei loro ex soci hanno perso di colpo l'operatività in Italia con qualche difficoltà a spiegare quanto accaduto alle multinazionali d'Oltralpe con sede in Italia.
La rotta porta dritto in tribunale, vista la pioggia di cause, civili e penali, che si annuncia all’orizzonte.
ALPHA AUDIT DIVENTA BDO ITALY. I partner che detenevano le quote di maggioranza di Bdo Italia e Mazars Italia hanno salutato all’improvviso i loro colleghi e girato i rami d’azienda in una nuova società, la Alpha Audit, ribattezzata Bdo Italy, lanciando un aumento di capitale da 990 mila euro che è stato sottoscritto da 28 soci che provengono dalle due realtà, con il gruppo ex Mazars in schiacciante maggioranza.
A chi non li ha seguiti sono rimaste due scatole con un po’ di crediti e un po’ di debiti e poco altro. Il minimo indispensabile, insomma, per mettere in liquidazione Bdo Italia e Mazars Italia.
Sempre se le cause civili esistenti che pare siano rimaste nelle cedenti non avranno risvolti negativi.
LA SOCIETÀ CAMBIA SEDE. Le due vecchie società infatti potranno scegliere se chiudere o ripartire da zero, visto che i clienti e i relativi contratti, oltre al personale, sono finiti nella neonata Bdo Italy, alias Alpha Audit.
Al secondo piano del prestigioso palazzo di Largo Augusto 8 a Milano, nella sede della Bdo, ci rimarranno tra poco a malapena le scrivanie.
Anche la sede, infatti, è cambiata. La nuova Bdo Italy, è nel meno prestigioso viale Abruzzi, già sede di Mazars Italia.

I partner esclusi affilano le armi

Il mercato della revisione è dominato dalle cosiddette Big Four: Price Waterhouse Coopers, Ernst & Young, Deloitte Touche Tohmatsu, Kpmg.

Chi ha condotto l’operazione, Luigi Riccetti e Paolo Scelsi per Bdo Italia e Vincenzo Miceli e Simone Del Bianco per Mazars, parla di «importanza strategica dell’operazione perché si riteneva necessaria una crescita dimensionale e Bdo e Mazars erano i partner ideali».
In effetti la nuova Bdo Italy si avvicina un po’ di più all’Olimpo delle Big Four (Price Waterhouse Coopers, Ernst & Young, Deloitte Touche Tohmatsu, Kpmg) pur restando sempre a distanza siderale.
Ma i partner esclusi stanno affilando le armi con la carta bollata.
IL BLITZ DEL CDA. Non hanno digerito il blitz del consiglio di amministrazione di Bdo Italia che il 23 luglio scorso ha deliberato la cessione del ramo d’azienda (con effetto immediato, alla mezzanotte del giorno successivo) ad Alpha Audit srl costituita da Miceli, già partner di Mazars Italia, al prezzo, derivante da una perizia, di 475 mila euro.
Ad alzare la mano per approvare l’operazione sono stati quattro su cinque consiglieri d’amministrazione della vecchia Bdo Italia: Paolo Scelsi, Luigi Riccetti, Felice Duca e Eugenio Vicari. Fin qui niente di strano se non fosse che soltanto loro sono soci - per Scelsi è entrata la figlia Francesca - della nuova realtà mentre gli altri soci della Bdo Italia hanno appreso la notizia il 24 luglio mattina a cose fatte.
VERSO UN AUTUNNO BOLLENTE. Non ha invece partecipato alla votazione il consigliere Maurizio Vanoli. Pare che si sia dissociato: evidentemente non se l'è sentita di arrivare fino in fondo.
Ora dovranno essere pronti a respingere gli attacchi sia legali sia commerciali degli altri partner, lasciati fuori dalla porta, e di Mazars, che certo non può restare senza un network in Italia.
Nel mondo della revisione e della consulenza si annuncia un autunno bollente, con buona pace dei clienti Bdo e Mazars: molti di loro nulla sapevano e ora potrebbero trovarsi in mezzo a una non richiesta - e non voluta - guerra senza esclusione di colpi per accaparrarsi i contratti migliori.

Correlati

Potresti esserti perso