Netturbini Napoli 150103195406
CONTRADDIZIONI 19 Agosto Ago 2015 1307 19 agosto 2015

Cgia: «Paghiamo i rifiuti a peso d'oro»

Produciamo meno spazzatura, ma la paghiamo anche il 25% in più.

  • ...

Le tasse hanno trasformato i rifiuti in oro. Secondo uno studio della Cgia di Mestre, tra il 2010 e il 2015 le imposte sui rifiuti per famiglie dai due ai 4 componenti sono aumentate tra il 18,2 e il 25,5% e ancora peggio è andata a bar e ristoranti che hanno pagato il 35% e addirittura il 47% in più. E questo nonostante la produzione media di spazzatura pro capite sia calata tra il 2007 e il 2013 sia calata dell'11,8%. I nomi delle imposte sono cambiate come le stagioni: Tarsu, poi Tia, poi Tares e infine Tari. E intanto i costi sono lievitati. L'ufficio studi della Cgia ha calcolato gli aumenti su tre nuclei modello: una famiglia di 4 persone in una casa di 120 metri quadrati ha pagato il 25,5% in più cioè 75 euro, una di tre membri in un appartamento da 100 metri quadri ha sborsato il 23,5% cioè 57 euro in più. E infine un nucleo di tre persone in un'abitazione di 80 metri quadrati ha subito un aumento del 18,2 in più.



Ma peggio va, secondo le elaborazioni degli artigiani di Mestre, agli esercizi commerciali: bar, pub, ristoranti e pizzerie con una superficie di 200 metri quadrati, scrive la Cgia nel suo comunicato, hanno subito un incremento medio del prelievo del 47,4%. Tradotto in denaro contante si tratta di 1.414 euro in più. Un locale molto più piccolo in termini di superficie, 60 metri quadri, ha visto aumentare l'imposta di oltre un terzo (35,2%, 272 euro).

Correlati

Potresti esserti perso