Germania 150707210027
EUROZONA 19 Agosto Ago 2015 0932 19 agosto 2015

Grecia, il parlamento tedesco vota il terzo pacchetto di aiuti

Via libera con un'ampia maggioranza. Schaeuble: «Un no sarebbe stato da irresponsabili». Ok anche della Commissione Ue.

  • ...

Angela Merkel e Wolfgang Schäuble.

Il via libera era scontato. Il Bundestag tedesco ha approvato con ampia maggioranza il terzo pacchetto di aiuti alla Grecia, che prevede un ammontare di 86 miliardi di euro. Anche dal board dell'Esm è arrivato l'ok al programma, mentre la Commissione Ue ha firmato il Memorandum d'intesa con Atene.
SCHAEUBLE: «VOTARE SÌ». Dopo l'ok arrivato dai parlamenti di Vienna, Tallin e Madrid, era stato Wolfgang Schaeuble, di buon mattino, a prendere la parola davanti all'assemblea tedesca, chiamata ancora una volta in seduta speciale dopo quella in cui a fine luglio i deputati strappati alle vacanze estive avevano dato l'assenso alle trattative con Alexis Tsipras. Schaeuble, che fino a un mese fa si batteva per la Grexit, aveva già dichiarato di aver superato le personali riserve: votare a favore degli aiuti è «la decisione più giusta da tutti i punti di vista», aveva fatto sapere. «Sarebbe irresponsabile non usare l'opportunità di un nuovo inizio» per la Grecia, ha quindi aggiunto, chiedendo di «votare per l'approvazione». Il ministro ha anche sottolineato che «in Grecia il cambiamento è riconoscibile».
«POSSIBILE ALLEGGERIMENTO DEL DEBITO». «È possibile un alleggerimento del debito senza un taglio», ha detto poi Schaeuble, che ha anche sottolineato come lo «lo spazio di manovra sia però limitato, questo è bene ribadirlo».
SALDA MAGGIORANZA. Il ministro delle Finanze ha lavorato alacremente per convincere i conservatori indignati, che temono l'effetto valanga dei trasferimenti concessi ad Atene.
Alla fine sono stati 66 i deputati del gruppo parlamentare di Angela Merkel che si sono contrapposti alla linea della cancelliera sulla Grecia: 63 deputati del'Unione (Cdu-Csu) hanno infatti votato contro e tre si sono astenuti: 17 gli assenti.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso