Economia 20 Agosto Ago 2015 1054 20 agosto 2015

Regioni, la spesa aumenta di 4 miliardi

  • ...

Le regioni a statuto speciale hanno ridotto le loro uscite del 2,46%. Non c'è spending review che tenga, la spesa corrente delle regioni continua a crescere: la spesa pubblica delle regioni nel periodo 2011-2014 è aumentata di 3,9 miliardi di euro, passando da 141,7 a 145,6 miliardi. A rivelarlo un'analisi del Centro studi ImpresaLavoro su dati della Corte dei Conti. In controtendenza le regioni a statuto speciale, che hanno ridotto le loro uscite per spese correnti del 2,46%, passando da 31,3 a 30,6 miliardi di euro tra il 2011 e il 2014. Un risparmio di 0,7 miliardi vanificato dall'incremento delle uscite delle regioni a statuto ordinario, nelle quali la spesa passa da 110,4 a 115,0 miliardi di euro, aumento pari al 4,25%.

Per ogni cittadino la Lombardia spende 1.739 euro, meno della metà di quanto esce dalle casse del Lazio. Nel complesso l'incremento della spesa corrente nel quadriennio per il totale delle regioni è stato contenuto (+2,76%). LA LOMBARDIA LA REGIONE CHE HA TAGLIATO DI PIU': -11,63%. A sforbiciare di più le spese la Lombardia, che ha tagliato la spesa corrente dell'11,63%. Segue la provincia autonoma di Bolzano (-6,33%) seguita da Abruzzo (-6,09%) e Sardegna (-5,94%). Il Lazio, al contrario, detiene il record del maggiore incremento della spesa nel periodo considerato (+33,33%) seguito dalla Calabria (+31,06%). Nel complesso l'incremento della spesa corrente nel quadriennio per il totale delle regioni è stato contenuto (+2,76%).

Chi spende meno per spesa corrente pro capite è la Sicilia con i 2529 euro. PER OGNI LOMBARDO SI SPENDE LA META' RISPETTO A UN LAZIALE. E sempre la Lombardia si conferma la regione più virtuosa in quanto a spesa corrente pro capite. Per ogni cittadino la regione lombarda spende infatti 1.739 euro, meno della metà di quanto esce dalle casse del Lazio che con i suoi 3.129 euro di spesa corrente pro capite fa segnare l'esborso più elevato tra le regioni "normali". Tra le autonomie speciali invece, è la Valle d'Aosta ad avere una spesa corrente pro capite decisamente superiore alla media delle altre regioni, ordinarie e non: ogni cittadino valdostano costa 8995 euro ogni anno di spesa corrente. Chi spende di meno per spesa corrente pro capite è comunque la Sicilia con i suoi 2529 euro, seguita da Sardegna e Friuli Venezia Giulia.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso