Alverà 150921183537
GIRO DI POLTRONE 21 Settembre Set 2015 1832 21 settembre 2015

Eni, Marco Alverà lascia l'azienda

Il pupillo dell’ex ad Scaroni in uscita. Lo attende un posto in Finmeccanica.

  • ...

Marco Alverà.

Non c’è ancora nulla di ufficiale, ma presto Marco Alverà, storico pupillo dell’ex amministratore delegato di Eni Paolo Scaroni, lascerà il cane a sei zampe.
A quanto apprende Lettera43.it, il figlio di Alvise, noto commercialista e amico del manager di Vicenza, avrebbe trovato nei giorni scorsi l’accordo sindacale per uscire dall’azienda di San Donato.
La trattativa è stata lunga, ma per l’ex Goldman Sachs, poi per anni braccio destro di Scaroni, la decisione sarebbe ormai presa.
Il borsino dei manager pubblici lo dà già con un piede nella Finmeccanica di Mauro Moretti. Ma bisognerà aspettare.
RIDIMENSIONATO NEL 2014. Del resto, il ruolo di Alverà in Eni era già stato notevolmente ridimensionato dopo la nomina di Claudio Descalzi nel 2014.
E soprattutto dopo il rientro, da Saipem, di Umberto Vergine: a giugno del 2015 è stato nominato Chief Midstream Gas&Power Officer.
Con l’addio di Alverà diminuiscono gli Scaroni boys nel cane a sei zampe.
UN PERIODO TRIBOLATO. Non è un bel periodo per la vecchia classe dirigente di Eni.
In questi giorni la procura di Milano deve decidere sul rinvio a giudizio di Scaroni e di altri manager, tra cui Pietro Varone e Alessandro Bernini, dopo la richieste del pm Fabio De Pasquale a luglio.
L’inchiesta è quella sulle presunte tangenti Saipem in Algeria dove Scaroni è indagato per corruzione internazionale.
Il gup è Alessandra Clemente.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso