Bollore 131001202941
FINANZA 5 Ottobre Ott 2015 2202 05 ottobre 2015

Bollorè si prende il 20% di Telecom Italia

Il finanziere bretone, già socio forte di Mediobanca, sale al 19% di Telecom.

  • ...

Vincent Bolloré.

L'indiscrezione girava già da tempo, ma ora dalla Sec, la Consob americana, arriva la conferma: la compagnia francese Vivendi, di Vincent Bollorè, è salita al 19,88% di Telecom Italia.
«Durante il periodo dal 4 settembre 2015 al 2 ottobre 2015, Vivendi ha acquistato un aggregato di 676,438,658 azioni ordinarie attraverso acquisti sul mercato aperto o ai blocchi», si legge nelle comunicazioni ufficiali.
LE QUOTE IN MEDIOBANCA E L'AFFARE FIBRA OTTICA. A settembre, il gruppo aveva fatto sapere di essere salito al 15,48%. Con la nuova configurazione azionaria, non è escluso che si possa cominciare a parlare anche di un cambio nella governance di Telecom, ipotesi finora sempre definita prematura dal management della società.
Bollorè è già tra i soci forti di Mediobanca, con l'8 % della azioni che gli ha permesso anche di far accomodare la figlia Marie, 27 anni, nel consiglio di amministrazione di piazzetta Cuccia.
OBIETTIVO: UN GRUPPO EUROPEO. La scalata in Telecom lascia intravedere un interesse crescente del finanziere bretone per il mercato delle telecomunicazioni, italiane e non solo. Secondo indiscrezioni che circolano in ambienti finanziari, Vivendi avrebbe intenzione di aumentare anche la sua quota in Telefonica, la Telecom spagnola, di cui possiede lo 0,95% del capitale.
Il tutto, stando a quanto raccontato alcuni giorni fa dal quotidiano francese Le Figarò, all'interno di una strategia che punta a creare un colosso europeo dei media - Bollorè ha il 100% di Canal Plus - che produca contenuti ma li distribuisca anche attraverso compagnie di telecomunicazioni di cui è o vorrebbe diventare socio forte.
Ad agosto, l'imprenditore era anche andato a incontrare il premier Matteo Renzi a palazzo Chigi. In ballo ci sono il progetto e i finanziamenti pubblici per la diffusione della fibra ottica in tutta Italia, operazione in cui Telecom dovrebbe rivestire un ruolo centrale.

La scalata di Bollorè


Pochi giorni fa, l'amministratore delegato di Telecom, Marco Patuano, aveva commentato con favore la possibile crescita azionaria del socio francese: «Se aumenteranno la loro quota, sempre bene. Con il management di Vivendi discuto di tematiche molto più legate alle operations. Loro sono concentrati sull'entertainment, che riteniamo importante per lo sviluppo della banda ultralarga».
TELECOM E LA CESSIONE DI INWIT. Il capo delle operazioni europee di Orange ha fatto sapere che Vivendi è in contatto con loro per un accordo sui contenuti. Dal canto suo, l'azienda guidata da Patuano è alle prese anche con la cessione di Inwit, la società delle torri, operazione per la quale c'è già un formale mandato del board. «Telecom non vede più la necessità di mantenere una percentuale di controllo, ma alcuni elementi di governance che ci facciano stare tranquilli sulle dinamiche operative dell'azienda», ha spiegato l'ad.

Correlati

Potresti esserti perso