Canone 151023213130
STABILITÀ 23 Ottobre Ott 2015 2129 23 ottobre 2015

Canone Rai da pagare in bolletta in un'unica soluzione

Nell'ultima bozza della manovra spariscono le sei rate da 16,66 euro. Ancora incerta la destinazione del gettito aggiuntivo, previsto in 500 milioni di euro.

  • ...

Nell'ultima bozza della legge di Stabilità spariscono le sei rate da 16,66 euro per il canone Rai in bolletta.

Il futuro del canone Rai cambia forma ancora una volta.
Nel 2016, secondo l'ultima bozza della legge di Stabilità, la tassa sarà addebitata sulla prima bolletta dell'energia elettrica successiva alla data di scadenza per il pagamento del canone, e spariscono le sei rate da 16,66 euro ciascuna di cui si era vociferato sulla base delle ultime, ora penultime, indiscrezioni.
Nel 2016 il pagamento dovrebbe avvenire infatti in un’unica soluzione, per poi diventare bimestrale a partire dal 2017.
LA RATA UNICA NON PIACE AI FORNITORI DI ENERGIA ELETTRICA. La rata unica, però, spaventa i fornitori di energia elettrica, che temono un aumento della morosità. E restano ancora da definire le sanzioni a loro carico, in caso di ritardi nella comunicazione degli utenti inadempienti.
Il canone Rai dovrà essere pagato da chi possiede un televisore oppure una radio. Esclusi invece i cittadini che possiedono solo pc, tablet e smartphone, come chiarito dal sottosegretario Antonello Giacomelli e anticipato da Lettera43.it.
COME INVESTIRE IL TESORETTO? Il ministero del Tesoro sta lavorando infine agli ultimi ritocchi per decidere la destinazione delle maggiori entrate che dovrebbero derivare dall’abbattimento dell’evasione fiscale garantito dal pagamento del canone in bolletta.
Sempre secondo l'ultima bozza della legge di Stabilità, tali somme non andrebbero a finanziare la tivù pubblica, ma finirebbero nel fondo per la riduzione della pressione fiscale. Un tesoretto stimato in circa 500 milioni che Viale Mazzini vorrebbe tenere per sé e che in un primo momento sembrava destinato alla riduzione della pubblicità su alcune delle sue reti, oppure a rimpolpare il fondo per l'editoria.
Dal 2016 al 2018 la Rai dovrebbe poter contare su introiti per 1,7 miliardi di euro.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso