Alverà 151119220139
GIRO DI POLTRONE 20 Novembre Nov 2015 1200 20 novembre 2015

Alverà, il pupillo di Scaroni verso Terna

Salgono le quotazioni dell'ex manager Eni. Che piace anche a Enel Greepower e Snam.

  • ...

Marco Alverà.

Dove va Marco Alverà, l'ex Eni da sempre pupillo dell'ex amministratore delegato Paolo Scaroni?
Se lo domandano in molti nei salotti della finanza italiana.
Uno tra i fedelissimi del manager di Vicenza quando governava il Cane a sei zampe è tra più ricercati nelle aziende pubbliche italiane.
In tanti lo corteggiano. Del resto il suo profilo, prima in Russia e poi a Londra, è molto quotato.
CONTATTI CON COSTAMAGNA. Voci lo davano in direzione Finmeccanica, la holding della Difesa, ma a quanto pare a sparigliare le carte nell'ultimo periodo sarebbero stati i contatti tra Scaroni e Claudio Costamagna, il numero uno di Cassa depositi e prestiti, tra gli addetti ai lavori chiamata anche «la cassaforte di Matteo Renzi».
Per questo motivo il giovane Alverà potrebbe trovare posto in altre aziende.
Il suo nome è molto quotato in Terna, l'operatore di reti per la trasmissione dell'energia elettrica, ma si sarebbero fatte avanti anche Enel Greepower e Snam.
SCARONI A PALAZZO CHIGI? Del resto le attenzioni su Alverà seguono di pari passo il rialzo delle quotazioni su Scaroni, che dopo l'archiviazione sul caso tangenti in procura di Milano starebbe aspettando un posto di rilievo a Palazzo Chigi proprio con Renzi.
Silvio Berlusconi aveva provato a candidarlo a sindaco di Milano, ma l'ex amministratore delegato di Eni ha detto subito di appoggiare un altro manager, Giuseppe Sala di Expo 2015.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso