Comint 151125152942
SPIN DOCTOR 25 Novembre Nov 2015 1523 25 novembre 2015

Comunicazione interna, questa sconosciuta

Per un'azienda è strategica. E contribuisce alla costruzione di un vantaggio competitivo. Ma troppo spesso viene trascurata. Ecco quali sono i principi cardine.

  • ...

La comunicazione aziendale è una funzione sempre più fondamentale per le attività strategiche dell’impresa.
Permette infatti di anticipare e partecipare al cambiamento, di organizzare risorse complesse e di sviluppare sinergie tra l’ambiente interno ed esterno all’azienda.
Tuttavia troppo spesso è proprio l’interno la parte che viene trascurata di più, pensando che una buona comunicazione esterna sia sufficiente per far crescere l’azienda e relazionarsi con gli stakeholder in maniera adeguata. Questo purtroppo non basta, la comunicazione interna è strategica e va curata con molta attenzione.
COMUNICAZIONE ATTIVA. Al giorno d’oggi infatti la comunicazione non è più una delle singole funzioni aziendali ma permea tutta l’attività dell’organizzazione, contribuendo al consolidamento della visione strategica e alla costruzione di un vantaggio competitivo di lungo periodo.
Comunicare significa non solo informare e interpretare le esigenze dei consumatori, ma dialogare, ascoltare in maniera attiva, comprendere le dinamiche dell’ambiente esterno e rispondere alle singole richieste degli stakeholder.
Questo perché molto banalmente ancor prima di essere composti di processi, strutture, funzioni e strumenti, l’azienda e l’ambiente circostante non sono altro che un insieme di persone che collaborano e si confrontano, ma soprattutto individui che devono capirsi tra di loro.
UN VANTAGGIO COMPETITIVO. Senza la comunicazione è difficile che le parti di un sistema possano funzionare e interagire al fine di ottenere un vantaggio competitivo.
Nonostante questo, la gestione organizzativa interna all’azienda spesso viene separata dalla comunicazione esterna, lasciandone la responsabilità al direttore dell’Hr.
Questa funzione deve essere invece inserita in maniera integrata nella direzione delle relazioni esterne come un tassello di un mosaico più ampio.
Per costruire l’identità aziendale e trasmettere all’esterno i messaggi definiti dalla comunicazione è infatti essenziale che i dipendenti siano i primi ambasciatori dell’azienda.
Un buon piano di comunicazione interna deve seguire alcuni principi cardine:

1. Definire le strategie di comunicazione interna in maniera coerente con gli obiettivi dell’azienda.
2. Allineare il processo di comunicazione interna ai valori e alla mission aziendale.
3. Trasferire i key message definiti nel piano a tutti i livelli, dai dirigenti all’entry level.

L'IMPORTANZA DELL'INTRANET. Successivamente sarà possibile definire gli strumenti più adatti a implementare la strategia.
Primo tra questi sicuramente vi è un intranet che comunichi con i dipendenti con regolarità, senza sconfinare nello stalking, e dove questi possano trovare tutte le informazioni sull’azienda, sulle attività in corso e sugli sviluppi della strategia aziendale.
In secondo luogo bisogna promuovere una serie di iniziative volte a costruire un ambiente positivo, coinvolgente per i dipendenti e che li aiuti a conoscersi meglio tra di loro. Successivamente vengono gli house organ, le web radio aziendali, la comunicazione btl e molto altro.
SOCIAL MEDIA STRATEGICI. Tutto questo senza considerare l’importanza che hanno assunto in questi anni i digital media in un’ottica di comunicazione interna.
Con i social media i dipendenti possono infatti organizzare facilmente gruppi, comunicare e scambiarsi opinioni al di fuori dell’ambiente di lavoro ma soprattutto diffondere i messaggi definiti dall’azienda, all’esterno.
Che questi siano positivi, e che quindi i dipendenti diventino i primi brand ambassador dell’azienda, dipende tutto dal commitment che il top management è riuscito a creare con la base dei dipendenti.

* Professore di Strategie di Comunicazione, Luiss, Roma
Twitter @gcomin

Correlati

Potresti esserti perso