Studio Legale Mossack 160404135347
DOMANDE & RISPOSTE 4 Aprile Apr 2016 1053 04 aprile 2016

Società offshore, le cose da sapere

L'uso è lecito se dichiarato. Ma è l'evasione la prima ragione. Come nei Panama Papers.

  • ...

Lo studio legale Mossack Fonseca.

Utilizzare una società offshore è illegale? E a cosa va incontro chi usufruisce dei paradisi fiscali per godere di tassazioni agevolate?
Domande che tornano d'attualità alla luce dello scandalo Panama Papers, la spaventosa mole di documenti proveniente dallo studio legale Mossack Fonseca che ha acceso i riflettori sul denaro spostato all'estero da vip, leader politici e criminali.
DA PUTIN A MESSI. Creando diversi imbarazzi nelle cancellerie internazionali, in attesa che l'elenco completo dei personaggi coinvolti venga divulgato dall'International consortium of investigative journalist.
Da Vladimir Putin a David Cameron, passando per Lionel Messi e Petro Poroshenko, sarebbero oltre 140 i nomi coinvolti, più o meno in direttamente, dalla più grande fuga di notizia mai registrata.
Nel mentre, proviamo a fare un po' di chiarezza sul reale significato del termine 'offshore'.

1. Quali sono i requisiti per i quali una società si può definire offshore?

Banalmente, si tratta di organizzazioni che hanno la propria sede legale in un Paese diverso da quello nel quale sviluppano i loro affari principali
Registrate, dunque, in base alle leggi di uno Stato, conducono la loro attività al di fuori di esso o della giurisdizione di competenza.
Solitamente in Paesi i cui ordinamenti prevedono scarsi controlli, pochi adempimenti contabili e regimi fiscali agevolati.

2. Chi fa uso delle società offshore è da considerarsi un truffatore?

Non necessariamente. Il loro utilizzo, infatti, va considerato a tutti gli effetti legale. A patto però che tutto, compresa la quantità di denaro gestita, venga dichiarato alle autorità del proprio Paese.
Per un cittadino italiano, ad esempio, è lecito quindi aprire un conto a Panama o alle Cayman, previa opportuna segnalazione.
È il motivo per cui alcuni uomini d'affari se ne servono per difendere i loro beni dai criminali, per aggirare restrizioni valutarie o per ragioni di eredità e pianificazione immobiliare.

3. Quando, dunque, l'utilizzo di società offshore si trasforma in reato?

Quando lo scopo della loro creazione è riciclare denaro frutto di evasione, corruzione o crimine.
Un documento contenuto nei Panama Papers, una nota di uno dei soci di Mossack Fonseca, spiega che «il 95% del nostro lavoro coincide con la vendita di sistemi per evadere le tasse». A favorire l'suo criminale delle società offshore il fatto che nessun Paese possiede un registro che ne sveli i beneficiari.

4. La legge italiana come regola le società offshore?

Attravero la norma sulla tutela del risparmio del 2005, che attribuisce al ministro della Giustizia il potere di determinare gli Stati «i cui ordinamenti non garantiscono la trasparenza della Costituzione, della situazione patrimoniale e finanziaria e della gestione delle società».
Per le società per azioni italiane che controllino o siano collegate con società con sede in quegli Stati sono previsti particolari obblighi informativi: devono documentare il patrimonio movimentato, le tasse pagate e dove sono stati realizzati i profitti.

5. Che cosa rischiano i protagonisti dell'utilizzo illegale di società offshore?

Nella vicenda Panama Papers le singole responsabilità verranno chiarite attraverso le indagini penali, che però dovranno fare i conti con le diverse legislazioni dei Paesi coinvolti.
Per quanto riguarda l'Italia, le sanzioni sul mancato monitoraggio sono di tipo amministrativo ed evntuali sanzioni penali avrebbero le stesse conseguenze se i reatri fossero stati commessi con strutture italiane.

Correlati

Potresti esserti perso