Borsa:accordo fusione Londra-Francoforte
MERCATI 5 Aprile Apr 2016 1314 05 aprile 2016

Borsa, il live del 5 aprile 2016

Piazza Affari  chiude in calo con Ftse Mib -3% a 17.109 punti. Pesanti Bp e Bpm. Annullati i rialzi di marzo. 

  • ...

Chiusura di giornata in rosso per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib cede il 3% a 17.109 punti.
Borse europee in rosso in scia alla debolezza dei titoli bancari. Pesano anche i dati macroeconomici tedeschi: a febbraio gli ordini all'industria in Germania sono inaspettatamente scesi dell'1,2% sul mese precedente, mentre la stima era di una crescita dello 0,3%.
TOKYO HA CHIUSO A -2,4%. I mercati asiatici che hanno risentito dello scivolone di Tokyo (indice Nikkei 225 -2,4%) legato al rafforzamento dello yen che deprime l'export. Hong Kong e Singapore si avviano alla chiusura in ribasso di oltre un punto percentuale, Sidney dell'1,4%, Seul ha ceduto lo 0,8%. Positive Shenzhen (+2,6%) e Shanghai (+1,4%).
A METÀ GIORNATA MILANO -2,3%. Avvicinandosi a metà giornata Milano e Francoforte perdono il 2,3%, Parigi e Madrid il 2,2%, Londra l'1,5%, con l'indice Euro stoxx che segna la media dei maggiori titoli del Vecchio continente in calo del 2,1%. Tokyo a -2,4%.
ANNULLATI I RIALZI DI MARZO. Borsa italiana annulla così i rialzi di marzo e porta a quasi -20% il bilancio da inizio 2016. Il Ftse Italia Banche ha perso il 21% nelle ultime tre settimane.

Il liveblogging

17.30 - PIAZZA AFFARI CHIUDE IN ROSSO: -3%. La Borsa chiude in calo con Ftse Mib -3% a 17.109 punti.

16.39 - LO SPREAD TOCCA QUOTA 121 PUNTI. Lo spread, ovvero il differenziale di rendimento, tra Btp e Bund arriva a 121 punti base, il livello più alto da inizio marzo, per poi rallentare attorno a 118 punti con il rendimento del decennale italiano all'1,27%.

15.50 - MILANO -3% DOPO WALL STREET. Dopo l'apertura in rosso di Wall Street, il Ftse Mib ha segnato un ribasso del 3%. Male anche le altre Borse europee: Parigi ha ceduto il 2,25%, Francoforte del 2,48% e Londra dell'1,19%. A Piazza Affari pesante Banco Popolare. Scivola del 5,6% Saipem.

15.40 - WALL STREET APRE IN CALO. Apertura in calo per Wall Street. Il Dow Jones perde lo 0,44% a 17.658,97 punti, il Nasdaq cede lo 0,75% a 4.854,75 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,54% a 2.055,05 punti

14.50 - FTSE MIB - 2,82, BPM MAGLIA NERA. Piazza Affari peggiora: il Ftse Mib cede il 2,82%, mentre sono in asta di volatilità Fca e Banca Mediolanum. Maglia nera del listino principale va al tandem Bpm (-8%) e Banco Popolare (-7,6%).

12.45 - BANCO POPOLARE -6%. In Piazza Affari sempre molto debole il Banco popolare (-6%) e Bpm, rientrata dall'asta di volatilità in ribasso del 5%, la stessa perdita accusata da Mps e Fca.

12.00 - ROSSO SUI BANCARI. Milano in calo, con Ftse Mib che perde oltre il 2% a un minimo di giornata di 17.242 punti. A soffrire di più sono ancora le banche: Banco Popolare a -6,5%, Mps a -4,2%. Entrambi titoli in mattinata sono stati congelati e hanno toccato i loro minimi storici. In forte perdita la Banca popolare di Milano (-4,4% prima di entrare anch'essa in asta), Unipol (-2,4%), Intesa (-2,5) e Generali (-2,6%). In sofferenza Saipem (-5,5%), Fca (-5,3%) e Tenaris (-5,2%), tengono Snam e Atlantia.

11.00 - MPS AI MINIMI STORICI. A Piazza Affari Ftse Mib -1,7%. Banco popolare è rientrato dall'asta di volatilità in calo del 6% ritoccando ancora il minimo storico a 5,01 euro mentre Mps, anch'essa congelata per qualche minuto, perde il 5% dopo aver corretto il suo minimo di sempre a 0,455 euro. Le vendite sul comparto toccano anche Bper, Carige e Bpm, che perdono circa 3 punti percentuali e mezzo, con Ubi in calo del 3%. Debole anche Intesa (-2,4%), mentre Unicredit che perde l'1,8%.

09.00 - FTSE MIB -1,41% IN APERTURA. Avvio negativo per Milano con Ftse Mib -1,41% e All-Share -1,26%.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso