Premier Matteo Renzi 160324204417
OCCUPAZIONE 29 Aprile Apr 2016 1218 29 aprile 2016

Lavoro, a marzo disoccupazione ai minimi dal 2012

Renzi su Twitter: «Il Jobs act funziona». A marzo il tasso cala di 0,3 punti percentuali. Crescono gli occupati.

  • ...

Il presidente del Consiglio esulta su Twitter: «I dati del lavoro? Dimostrano che #jobsact funziona».

DISOCCUPAZIONE ALL'11,4%. I numeri di marzo 2016, rilevati dall'Istat, dicono che il tasso di disoccupazione è sceso all'11,4%, ai minimi da dicembre 2012. Rispetto al mese di febbraio, si registra un calo di 0,3 punti percentuali, mentre rispetto a marzo 2015 il calo è di 1,1 punti.
I disoccupati, in valore assoluto, scendono a 2.895.000, con una diminuzione di 63 mila unità rispetto a febbraio (-2,1%) e di 274 mila (-8,6%) su marzo 2015.
Cala anche il tasso di disoccupazione giovanile, che a marzo 2016 si attesta sul 36,7%, il livello più basso da ottobre 2012. Il tasso di disoccupazione nella fascia tra i 15 e i 24 anni è diminuito a marzo di 1,5 punti rispetto a febbraio, e di 5,4 punti rispetto a marzo 2015. Nel primo trimestre del 2016 il tasso di disoccupazione giovanile è diminuito di 0,9 punti percentuali rispetto ai tre mesi precedenti.
CRESCONO GLI OCCUPATI. Dopo l'impasse registrata a febbraio, a marzo sembra ripartire anche il meccanismo delle assunzioni. Gli occupati tornano a crescere, con 90 mila persone al lavoro in più rispetto a febbraio e 263 mila in più rispetto a marzo 2015. Gli occupati, nel mese di marzo, hanno raggiunto quota 22.578.000 occupati (+1,2% su marzo 2015, +0,4% su febbraio). Il tasso di occupazione è risalito al 56,7% con un aumento di 0,2 punti su febbraio e di 0,9 punti su marzo 2015. Considerando soltanto il complesso dei lavoratori dipendenti, l’aumento è stato di 75 mila unità su febbraio e di 295 mila su marzo 2015. Considerando solo i lavoratori dipendenti stabili a tempo indeterminato, l’aumento è di 42 mila unità sul mese e di 280 mila sull’anno.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso