Borsa: Milano chiude a +1,2% con banche
MERCATI 3 Maggio Mag 2016 1254 03 maggio 2016

Borsa, il live del 3 maggio 2016

Il Ftse Mib termina a -2,5%. Pesanti i bancari. Brilla la matricola Technogym.

 

  • ...

Nuova giornata di passione a Piazza Affari che ha concluso la seduta in forte calo, con il Ftse Mib in ribasso del 2,46% a 17.966 punti, sotto soglia 18.000 punti base. Ad affossare il listino, ancora una volta, le banche.
BANCARI IN CALO IN EUROPA. L'indice di settore degli istituti di credito ha chiuso in discesa ben oltre i 3 punti percentuali, in linea con il dato europeo. A pesare sul comparto, infatti, non sono stati solo gli effetti dello stop di Borsa Italiana alla quotazione della Popolare di Vicenza, ma anche i contraccolpi dei dati deludenti delle trimestrali di Commerzbank (-9%) e Ubs (-7%). Per tutta la giornata diversi titoli sono stati sospesi in asta di volatilità.
CARIGE E MPS GUIDANO I RIBASSI. A contrattazioni chiuse, maglia nera per Mps (-7,5%), seguita da Banco Popolare (-7,1%), Ubi (-5,1%), Unicredit (-4,6%), Bper (-4,3%), Mediobanca (-3,8%) e Popolare di Milano (-3,5%), con Intesa che ha ceduto il 2,3%. Fuori dai titoli a maggiore capitalizzazione crolla Banca Carige (-8%).

Il liveblogging

17.00 - BANCARI IN ROSSO IN TUTTA EUROPA. A Milano il Ftse Mib segna -2,5%. Pesanti Banco Popolare e Mps a -7,5%. Peggio di Milano fa solo Madrid, che cede 2,6 punti percentuali. Continua la seduta negativa per le altre Borse: solo Londra contiene le perdite, con il Ftse 100 che segna -0,6%, mentre scivolano Parigi (-1,3%) e Francoforte (-1,7%), dove Commerzbank cede l'8,7% dopo la trimestrale. Il comparto bancario è in discesa in tutto il Vecchio Continente: l'indice segna -3,6%, dato migliore solo rispetto a quello delle materie prime (-6,5%), con il gigante Anglo American che perde il 12%.

16.40 - DOW JONES -1,06%. Wall Street accentua le perdite. Il Dow Jones perde l'1,06% a 17.699,34 punti, il Nasdaq cede l'1,22% a 4.759,06 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno l'1,05% a 2.059,44 punti.

15.45 - ROSSO SUI BANCARI. Banca Popolare di Milano, dopo un passaggio in asta di volatilità, è rientrata in calo del 4,5%. Peggio fanno Mps (-6,6%) e Banco Popolare (-7%), in un listino tutto in rosso, con il Ftse Mib a -2%. In perdita anche Unicredit (-4,3%) e Ubi (-3,9%). Al di fuori del settore del credito, tengono Telecom, sugli stesi valori della chiusura di ieri, e Finmeccanica, limata dello 0,5%. Fra i titoli a minore capitalizzazione, scivola Carige (-5,5%), mentre vola la debuttante Technogym (+12%).

15.30 - WALL STREET APRE IN NEGATIVO. Apertura in negativo per Wall Street. Il Dow Jones perde lo 0,30% a 17.838,77 punti, il Nasdaq cede lo 0,73% a 4.782,68 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,46% a 2.071,78 punti.

14.00 - BORSE EUROPEE IN SOFFERENZA. Soffrono le Borse europee in attesa dell'avvio di Wall Street. Milano (Ftse Mib -2,44%) si conferma in coda rispetto a Madrid (-2,18%), Francoforte (-1,64%), Parigi (-1,54%) e Londra (-1,17%). A Piazza Affari Mps (-7,12%), Banco Popolare (-6,65%), Carige (-6%), Unicredit (-4,86%), Ubi (-4,26%) e Bpm (-3,86%). Solo Intesa (-2,87%) perde meno del 3%.

13.00 - BANCARI SOTTO PRESSIONE. Ftse Mib -2,3%. Maglia nera ancora Mps (-7,12%), seguono Carige (-6%) e Unicredit (-5%). Stop al ribasso per Banco Popolare (-6,5% teorico). Deboli Bpm (-3,07%), Intesa (-2,95%) e Bper (-3,17%). Cnh (-4%) ed Fca (-2,67%) sotto pressione. In rosso Eni (-2,87%).

12.10 - MPS PERDE IL 7%. Pesanti le banche pesanti a Piazza Affari, il cui indice Ftse Mib cede oltre il 2%. Mps, che arriva a perdere il 7% a 0,61 euro. Sotto pressione anche Ubi (-4,15%), Banco Popolare (-5%), Unicredit (-4,43%), Bpm (3,4%) e Intesa (-2,87%). Carige, congelata con un calo teorico di oltre il 6%.

11.29 - PESANO LE STIME UE. Ampliano le perdite le Borse europee dopo le previsioni economiche dell'Ue. Milano (Ftse Mib -2%) è la peggiore, preceduta da Madrid (-1,7%), Francoforte (-1,6%), Parigi -1,24%) e Londra (-0,72%). In Piazza Affari pesano le banche, da Mps (-5,47%) a Banco Popolare (-4%) e Unicredit (-3,45%), mentre nel resto del Continente Commerzbank lascia sul campo il 7,7% e Ubs il 6,41% dopo i conti trimestrali, che favoriscono invece Bnp (+2,24%) e Hsbc (+0,1%). Sotto pressione le materie prime da Anglo American (-7,95%) a Glencore (-4,7%) ed i petroliferi Tullow (-6,72% a Shell (-2,9%). Pesano gli automobilistici Bmw (-3,11%), dopo la trimestrale, Peugeot (-3,08%) e Fca (-2%). Prosegue la corsa solitaria di Technogym (+8,8%) nel giorno del debutto.

11. 00 - MPS CONGELATA AL RIBASSO. Nuovo scivolone per le banche in Piazza Affari (Ftse Mib -1,8%), con Mps (-5,69%), congelata anche per eccesso di volatilità insieme a Banco Popolare che ora cede il 4,2%. Scivolano Ubi (-3,86%), Unicredit (-3,63%), Bper (-3,38%), Bpm (-3,54%) e Bper (-3,05%). Debole anche Intesa, che limita il calo al 2%.

10.30 - MONTEPASCHI GUIDA I RIBASSI. Amplia il calo Piazza Affari dopo un'ora di contrattazioni (Ftse Mib -1,3%), con l'intero listino principale in rosso, penalizzato dalle banche, che invertono la rotta in linea con le rivali europee. Mps (-4,12%) è la peggiore, preceduta da Ubi Banca (-2,33%), Unicredit (-2,09%), Banco (-1,14%), Bpm (-1,13%) e Intesa (-0,9%), mentre Carige lascia sul campo il 2,9%. Pesano Tenaris (-2,58%), Eni (-1,65%) e Saipem (-1,59%), insieme alla scuderia dell'ex-Lingotto, da Cnh (-2,81%) a Ferrari (-1,56%), con analisti che non hanno apprezzato il dato sulla generazione di cassa in una trimestrale record, e Fca (-0,7%). Pochi i rialzi fuori dal listino principale con Technogym (+8,92%) che svetta nel giorno del debutto, seguita da Pininfarina (+4,52%). Cauta Rcs (+0,34% a 0,59 euro).

9.30 - DEBOLE ROSSO SU MILANO. Si conferma debole Piazza Affari nella prima mezz'ora di scambi (Ftse Mib -0,3%), frenata da Tenaris (-2,07%), Cnh (-1,63%), Campari (-1,31%) ed Eni (-0,65%). Giù anche Telecom (-0,47%), mentre salgono Saipem (+0,81%), Fca (+0,63%) poco mossa dall'atteso accordo con Google per l'auto senza pilota. Timido rimbalzo per banche: Bpm (+1,53%), insieme a Banco Popolare (+1,31%), Mps (+0,65%) e Intesa (+0,59%). Cauta Unicredit (+0,18%). Sugli scudi Technogym (+9,97% a 3,58 euro) nel giorno del debutto in Borsa.

9.00 - PIAZZA AFFARI APRE IN CALO. Avvio di seduta in calo per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,1% a 18.402. Bene Saipem (-1%), Fca (+1,2%) e Finmeccanica (+0,64%), deboli invece Tenaris (-2,67%) e Cnh Industrial (-1,56%).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso