Pirelli 160505175334
SOSTENIBILITÀ 5 Maggio Mag 2016 1754 05 maggio 2016

Pirelli, in 7 anni raddoppiati i ricavi green

La strategia di sostenibilità dell'azienda ha permesso anche di tagliare il consumo di acqua. E con l'aumento delle giornate di formazione si è contribuito al calo degli infortuni. 

  • ...

Attenzione all'ambiente e al personale. Queste le direttrici attorno alle quali ruota la strategia di sostenibilità di Pirelli, con le quali l'azienda è riuscita a ottenere in sette anni un aumento pari a quasi il 50% dei ricavi da prodotti 'Green Performance'. Non solo: Pirelli ha tagliato l'utilizzo di acqua, migliorato il recupero dei rifiuti, e, anche tramite l'aumento dei giorni di formazione per i dipendenti, ridotto gli infortuni sul lavoro.

Quasi la metà dei ricavi da gomme viene da prodotti Green Performance

Nel 2015 quasi la metà (48% rispetto al 46% registrato nel 2014) dei ricavi da gomme di Pirelli viene da prodotti Green Performance, un livello quasi doppio rispetto al 2009, quando era pari al 25%, e superiore all’obiettivo del piano di sostenibilità 2013-2017 che puntava a raggiungere tale valore solo a fine 2017.
INVESTIMENTI IN R&D AL 3%. Gli investimenti in ricerca e sviluppo ammontano annualmente a oltre il 3% dei ricavi complessivi, uno dei livelli più elevati del comparto, e nel corso del 2015 sono stati circa 215 milioni (il 3,4% dei ricavi totali) in ulteriore crescita rispetto ai 205,5 milioni di euro del 2014 e ai 133 milioni del 2009.

Prelievo d'acqua in calo del 42% rispetto al 2009

Tra i risultati più significativi dell’impegno di Pirelli per l’ambiente c'è la riduzione dei prelievi di acqua: nel 2015 l'azienda ha registrato un utilizzo di poco superiore agli 11 milioni di metri cubi, con una riduzione del prelievo specifico del 3% rispetto al 2014 e del 42% rispetto al 2009.
30 MLN DI METRI CUBI D'ACQUA RISPARMIATI. Dal 2009 a oggi sono stati risparmiati complessivamente 30 milioni di metri cubi di acqua. Nel corso dell’anno, inoltre, il tasso di recupero dei rifiuti è salito al 91%, con un incremento del 18% rispetto al 2009 e dell’1% rispetto al 2014.

In crescita le giornata di formazione

Il 2015 ha visto crescere il numero di giornate medie di formazione del personale a 8,3 giorni pro-capite, rispetto agli 8,2 giorni del 2014 e ai 7,2 del 2013. Un dato che, per il terzo anno consecutivo, supera il target di 7 giornate medie pro-capite indicato nel piano industriale per l’anno 2015.
DAL 2009 INFORTUNI IN CALO DEL 73%. L'impegno nella formazione è uno dei fattori che hanno contribuito al miglioramento del 6% dell’indice di frequenza degli infortuni nel 2015, che porta il miglioramento dal 2009 al 73%. Nel triennio 2013-2015 gli investimenti realizzati dalla società per la salute e la sicurezza hanno superato i 40 milioni di euro, dei quali oltre il 25% è stato investito nel 2015. Gli interventi a favore delle comunità in cui Pirelli opera, infine, sono ulteriormente cresciuti, raggiungendo lo scorso anno 7,6 milioni di euro rispetto ai 6,1 milioni di euro del 2014.

Il piano di sostenibilità al 2020: ridurre infortuni e consumi

Il piano di sostenibilità di Pirelli al 2020, che integra il piano industriale di gruppo 2013-2017, prevede che la frequenza degli infortuni risulti ridotta del 90% rispetto al 2009 grazie ai continui investimenti in macchinari sempre più sicuri e in programmi per rafforzare la cultura della sicurezza fra i dipendenti.
PREVISTO UN TAGLIO DEL CONSUMO DI ENERGIA DEL 18%. A livello ambientale si auspica una riduzione del 15% delle emissioni di anidride carbonica, un calo del consumo specifico di energia del 18%, una flessione del 58% del prelievo specifico d’acqua e un tasso di recupero dei rifiuti superiore al 95%.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso