Borsa: Europa chiude in lieve calo
MERCATI 11 Maggio Mag 2016 1110 11 maggio 2016

Borsa, il live dell'11 maggio 2016

Piazza Affari termina in calo dell'1,32% sulla debolezza dei bancari. Pesanti Bp e Bpm. Brilla Mediobanca. 

  • ...

Torna il rosso su Piazza Affari ancora una volta sulla scia della debolezza dei bancari che martedì 10 hanno pubblicato le trimestrali. Dopo un'apertura con segno negativo, Milano ha accelerato al ribasso. La seduta termina con Ftse Mib in calo dell'1,32% a 17.698 punti, dopo aver toccato in corso di giornata un minimo a quota 17.509.
BANCO POPOLARE -9%. Banco Popolare ha chiuso una giornata nera in calo del 9% finale a 4,4 euro, dopo aver toccato in corso di seduta il minimo storico di 4,064 euro. pesante Bpm (-6,3%). Unicredit che ha ceduto 3,7% finale. Intesa ha limitato le perdite con un calo dell'1,6%. In controtendenza Mediobanca: +1,7% a 6,4 euro.
SCIVOLA MEDIASET. Mediaset ha ceduto il 4,9% a 3,72 euro dopo i conti trimestrali resi noti alla vigilia a mercati chiusi. Debole anche Luxottica (-3,5%), Exor (-2,5%), Telecom (-2,3%) e Poste, che è scesa del 2% finale a 6,6 euro. Molto bene invece Moncler (+4,6%) su un buon giudizio di Morgan Stanley e Finmeccanica che, anche sulla promozione di Jp Morgan, ha chiuso in rialzo del 3,7%. Controcorrente inoltre Prysmian (+2%) e Cnh (+1,5%).

Il liveblogging

16.39 - IN ROSSO I LISTINI EUROPEI. Le piazze d'Europa si avviano a una chiusura in rosso, con la sola Londra (Ftse 100 -0,1%) che tenta sulla parità. Francoforte e Parigi cedono lo 0,6%. Madrid (-1,3%) e Milano, cede l'1,5% dopo aver toccato un minimo in corso di seduta a quota 17.509 punti. In Piazza Affari sempre pesanti Banco popolare (-9% a 4,39 euro), Bpm (-7%), Carige e Unicredit (-4%) mentre nel settore si conferma la tenuta di Mediobanca (+1,5%). Al di fuori del comparto del credito male Mediaset (-4,5% a 3,7 euro). Prysmian sale del 2%, Finmeccanica di tre punti percentuali, Moncler di oltre il 4%.

16.21 - BP PERDE IL10%. Vendite su Piazza Affari con Ftse Mib -2%, maglia nera d'Europa. Banco Popolare cede il 10% a 4,36 euro, nuovo minimo storico dopo i 4,38 euro toccati a inizio aprile. Scivola del 10% anche il Credito valtellinese, Bpm perde il 7%, Unicredit e Ubi il 4%, Mps oltre 3% a 0,56 euro. Nel settore tiene Mediobanca, che sale dell'1%.

15.30 - APRE IN CALO WALL STREET. Apertura in calo per Wall Street, con il Dow Jones -0,36% e Nasdaq -0,24%. Lo S&P500 cede lo 0,21%.

15.13 - FTSE MIB -1,8%. In forte calo Piazza Affari (Ftse Mib -1,8%), frenata da Banco (-9%) e Bpm (-6,92%). Sotto pressione anche Mediaset (-4,54%), Unipol (-4,22%), Ubi Banca (-3,62%) e Unicredit (-3,26%). Difficoltà per Exor (-3,29%), Telecom (-2,82%) e Intesa Sanpaolo (-2,7%). Pochi i rialzi, limitati a Moncler (+6,08%) e Finmeccanica (+3,37%). Sprint di Stefanel (+9,06%) e Astaldi (+7,57%).

13.56 - SPROFONDA BP. Milano cede il 2%, zavorrata dagli istituti di credito. A Piazza Affari crolla il Banco Popolare (12,8%), che trascina con sé anche Bpm (-8,27%). Pesante Carige (-6,1%). Male anche Ubi (-3,68%), Unicredit (-3,32%) e Intesa (-2,53%). Penalizzata dai risultati Mediaset (-4,34%). Bene Finmeccanica (+2,99%), corre Moncler (+3,61%). In Europa Parigi segna -1%, Francoforte -0,8% e Londra -0,1%.

12.57 - BP E BPM IN ASTA DI VOLATILITÀ. Ancora vendite sulle banche italiane, con Banco Popolare e Bpm in asta di volatilità dopo aver registrato perdite superiori al 10%. Bp segna un ribasso teorico del 14,8%, trascinando con sé anche la Bpm (-10,3%), con cui l'istituto veronese è destinato ad aggregarsi. Banco Popolare ha chiuso il trimestre con una perdita di 314 milioni di euro, a fronte di un utile atteso a 41 milioni dagli analisti. I ricavi sono scesi del 18% a 786 milioni. Sospesa anche Banca Carige (-7,2%), che ha chiuso il trimestre con una perdita di 41 milioni e una flessione della raccolta diretta (-8,1% nei tre mesi). Ubi che cede il 4,66%, Unicredit il 3,87%, Bper il 3,3% e Mps il 3%. Ftse Mib -2,21%.

11.54 - PESANTE MEDIASET: -6%. Crolla Mediaset a Piazza Affari (-6%) dopo i risultati diffusi ieri a Borsa chiusa. I ricavi, nonostante una crescita del 9,4% a 786 milioni, sono rimasti leggermente inferiori alle attese degli analisti (792 milioni), mentre il trimestre si è chiuso in rosso per 18 milioni di euro.

11.14 - FTSE MIB -2%. Piazza Affari peggiora a metà mattinata con il Ftse Mib che arriva a perdere il 2% trascinato al ribasso dai titoli bancari. Continua il crollo del Banco Popolare che cede il 10% mentre sono state sospese al ribasso Bpm (il calo teorico è dell'8%) e Mediaset, arrivata a cedere oltre il 5%. Tra i bancari soffrono anche Ubi Banca (-4,29%) e Unicredit (-3,73%).

10.25 - BP GUIDA I RIBASSI (-7,7%). Piazza Affari maglia nera tin Europa con Ftse Mib -1,73% affossato dai bancari. Il Banco Popolare perde il 7,77% davanti a Bpm (5,21%), Ubi Banca (-5,21%), Banca Carige (-5,63%) e a Mps (-4,48%), dopo le trimestrali pubblicate ieri da diversi istituti. Tiene solo Mediobanca (+0,08%), grazie a conti migliori delle attese. Fuori dal comparto bancario scivola Mediaset (-4,08%) dopo un trimestre che ha evidenziato un debito più alto rispetto alle previsioni degli analisti. Vendite su Exor (-2,68%), Unipol (-2,45%), Fca (-2,13% e Telecom (-1,96%). Bene Cnh Industrial (+1,55%). Corre Moncler (+3,81%).

9.39 - BRILLA MEDIOBANCA. Piazza Affari apprezza i risultati di Mediobanca e il titolo di Piazzetta Cuccia è l'unico a muoversi in rialzo in una giornata di pesanti vendite sulle banche. Le azioni guadagnano l'1,83% a 6,41 euro, grazie a un utile trimestrale attestatosi a 121,3 milioni di euro, sopra le attese degli analisti.

9.30 - BANCARI IN ROSSO. Dopo un avvio poco mosso Piazza Affari imbocca con decisione la strada del ribasso. Il Ftse Mib cede l'1,49% trascinato al ribasso dai bancari, dopo le trimestrali diffuse ieri da Banco Popolare, Bpm, Unicredit e Carige. Crolla ancora Banco Popolare, sospeso al ribasso dopo aver registrato una perdita superiore al 5%. Seguono Ubi Banca (-4,11%), Bpm (-3,68%), Unicredit (-3,05%), Carige (-2,89%) e Mps (-2,89%). Tiene invece Mediobanca (+1,19%) dopo i risultati.

9.12 - SOSPESO BANCO POPOLARE. Avvio difficile per il Banco Popolare a Piazza Affari dopo la perdita trimestrale di 314 milioni, causata da nuovi accantonamenti sui crediti deteriorati. Il titolo è stato sospeso dopo essere arrivato a perdere più del 4,5%. Male anche Bpm (-3,05%) con cui l'istituto veronese è destinato a fondersi. Secondo analisti Kwb il trend dei risultati operativi delle due banche appare debole.

9.00 - APERTURA IN LIEVE CALO: -0,11%. Avvio di seduta in lieve ribasso per Piazza Affari con Ftse Mib -0,11% a 17.914 punti. In luce Moncler (+4,07%). Scivola Mediaset (-1,79%) dopo i conti.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso