Sede Unicredit 151014204030
AZIENDE 24 Maggio Mag 2016 1303 24 maggio 2016

La banca diventa 3.0

Investimenti per 1,2 milioni di euro. Digital Today, instant payment, e-commerce. La nuova realtà digitale di UniCredit.

  • ...

La sede di Unicredit.

Forse il più grande evento di digital education per un player bancario. Così si prospetta il Digital Today di UniCredit che andrà in scena il 15 giugno in tutti gli 800 distretti italiani e nei 15 grandi stabili dell’Istituto. Una giornata dedicata ai propri clienti che mobiliterà oltre mille dipendenti, veri e propri digital ambassador, che presenteranno a un milione di clienti tutte le ultime novità dell’Istituto in termini di prodotti e servizi.
LA SFIDA DELLA DIGITALIZZAZIONE. «Oggi UniCredit in Europa conta quasi 10 milioni e mezzo di clienti su internet banking e oltre 4 milioni su mobile – ha dichiarato Paolo Fiorentino, Vice Direttore Generale di UniCredit – e ha l’obiettivo di raggiungerne 16 milioni online e oltre 11 milioni mobile nei prossimi tre anni».
E per far questo l’azienda investirà 1,2 miliardi di euro nella digitalizzazione tra il 2016 e il 2018. In Italia, UniCredit risulta essere la prima banca commerciale presente online e su mobile con i suoi quasi 3 milioni di clienti attivi online e 1,2 milioni utilizzatori mobile. Questa accelerazione della Banca verso un modello di business digitale è parte integrante del Piano Strategico approvato a novembre 2015 che «si propone di portare UniCredit su un percorso di cambiamenti strutturali e di trasformazione del modo di fare banca.»
«Grazie ai continui investimenti in digitalizzazione - continua Paolo Fiorentino - UniCredit migliorerà il time-to-market di prodotti e servizi, ottimizzando i costi a favore dei clienti, e aumenterà l’efficacia commerciale, portando la quota di prodotti di base venduti direttamente attraverso canali digitali dall’attuale 16% circa al 25% nel 2018. In UniCredit già oggi l'88% delle transazioni avviene su canali remoti e l’obiettivo è arrivare al 90% entro il 2018”. »
SOLUZIONI INNOVATIVE PER L’INTEGRAZIONE TRA CANALI FISICI E DIGITALI. Durante il Digital Today, la “Banca del Come” presenterà tutte le novità messe a disposizione dei suoi clienti. «Le nuove tecnologie e i nuovi bisogni delle persone, che chiedono semplicità e velocità – spiega Gabriele Piccini, Country Chairman Italy dell’Istituto – rendono prioritario ricercare modelli di servizio al passo coi tempi, in grado di aumentare l’efficienza, favorire la riduzione della burocrazia e accrescere il tempo a contatto con la clientela».
TUTTI I SERVIZI DELLA BANCA, DISPONIBILI DA MOBILE. Seguendo il concetto quindi di semplicità e velocità UniCredit ha creato alcune nuove soluzioni per gestire il credito e i pagamenti. Dal 7 giugno si potrà infatti accedere a prestiti personali, preautorizzati, direttamente dall’app Mobile Banking dell’istituto, app che dalla data di lancio conta oltre 2 milioni di download, di cui circa 1,2 milioni di clienti attivi.
Le PMI potranno richiedere un instant lending fino a 200mila € e i clienti ‘pre-scorati’ sono già 4 milioni. Sono già attivi anche altri servizi quali il pagamento delle bollette con il QRcode e la rateizzazione degli acquisti della carta di credito. Con l’app MonHey, invece, si potranno gestire i pagamenti online senza inserire ogni volta i dati della carta di credito, anche grazie alla tecnologia fingerprint, effettuare i pagamenti nei negozi semplicemente avvicinando lo smartphone al POS ed inviare piccoli importi di denaro in real time ai contatti della propria rubrica dello smartphone.
Inoltre il primo gennaio 2017 arriverà buddybank, la banca disegnata esclusivamente per smartphone, che prevederà tre prodotti finanziari (conti correnti modulari, carte di credito/debito innovative e prestiti istantanei) ed un servizio di assistenza 24/7 via chat e via telefono.
IL RAPPORTO CON IL CLIENTE PASSA ANCHE PER LO SHOPPING. UniCredit ha lanciato anche Subito Banca Store Online, un e-commerce con oltre 50 brand e 5mila prodotti che, dalla sua messa online il 30 novembre 2015, ha registrato quasi diecimila adesioni. La particolarità di questo e-shop è data sicuramente dal collegamento diretto con la Banca che permette quindi ai clienti UniCredit l’accesso a modalità di pagamento smart, dal conto corrente alle carte di credito, dalle rateizzazioni fino al finanziamento.
NUOVI STRUMENTI PER LE PMI. Per le aziende, UniCredit ha pensato a due nuovi strumenti di analisi: My Business Manager e My Business View. Il primo permette di avere sempre sotto controllo l’andamento economico-finanziario della propria attività e di gestire operazioni come gli anticipi fattura, il secondo permette agli esercenti dotati di POS di avere un overview sul trend del proprio business per esempio con i numeri delle transazioni, il ticket medio e il comportamento dei clienti. Quest’ultimo in particolare sarà gratuito fino al 30 giugno 2016, data dopo la quale il servizio avrà un canone mensile di 5€. Al 16 maggio My Business View, che era partito il 2 ottobre 2015, ha già totalizzato in soli 7 mesi e mezzo quasi 20.000 contratti sottoscritti, un cliente su 5, mentre My Business Manager, partito il 25 ottobre 2015, conta già oltre 20.000 attivazioni. Tutte queste novità si affiancano ad iniziative di successo già in essere come Bancosmart, il servizio ATM per versare contanti e assegni, a cui si associa anche Prelievo Smart, il prelievo effettuato con QRcode, che registra 30 mila prelievi al mese, e FirmaMia, il servizio di firma basato su autentificazione grafometrica tramite Signpad per la sottoscrizione di contratti.
IL DIGITALE È PIÙ VICINO CON LE FINTECH. UniCredit ha aperto alle nuove società di tecnofinanza per accelerare la propria trasformazione digitale. Nasce in questo contesto UniCredit EVO – Equity Venture Opportunities, un fondo d’investimento in società Fintech sia già consolidate che in start-up, frutto di una partnership con il Gruppo Anthemis. Per conoscere in modo approfondito tutte le novità di UniCredit, l’appuntamento quindi è il 15 giugno nelle filiali della Banca perché, come conclude Gabriele Piccini: «La sfida si concretizza non soltanto sull’implementazione del profilo tecnologico della banca digitale, ma soprattutto sul mantenere un forte e intenso rapporto con i clienti, in un’epoca di grandi innovazioni e di profondi cambiamenti dei modelli di vita».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso