Marchionne, partita alleanze aperte
AZIENDE 25 Maggio Mag 2016 1525 25 maggio 2016

Fca, Elkann: «Marchionne resterà fino al 2019»

Il presidente di Exor: «Il percorso di selezione per il suo successore avverrà all'interno. Io non farò parte dei candidati alla carica di Ceo».

  • ...

Sergio Marchionne non lascerà Fca prima del 2019. Così John Elkann, presidente di Exor, durante la conferenza stampa al termine dell'assemblea degli azionisti, che ha precisato: «Aspettare l'approvazione dei risultati del 2018 vuol dire arrivare al 2019».
ELKANN: «NON SARÒ CEO». Elkann ha aggiunto che «il percorso di selezione per il suo successore avverrà all'interno, stiamo lavorando. Io non farò parte dei candidati alla carica di amministratore delegato».
L'INGRESSO NEL CDA NEL 2003. Marchionne entrò nel Cda del Lingotto nel 2003, dal 1 giugno dell'anno seguente è amministratore delegato del gruppo Fiat, poi Fiat Group Automobiles. A giugno 2009 ha assunto la carica di AD di Chrysler Group ora Fca Us. A maggio 2010 è entrato a far parte del Consiglio di Amministrazione di Exor S.p.A.. Ha ricoperto anche il ruolo di presidente di Fiat Industrial da gennaio 2011, dopo la scissione del Gruppo Fiat, fino al settembre 2013 quando si fuse con la Cnh Global, dando vita a Cnh Industrial, di cui divenne presidente.
L'ACQUISIZIONE DI CHRYSLER NEL 2009. Nell'aprile 2009 Marchionne siglò l'accordo per l'acquisizione da parte del Lingotto del 20% delle azioni Chrysler. Nel gennaio 2014 Fiat salì al 100% della proprietà di Chrysler, accordandosi per un valore di 3,65 miliardi di dollari. Dal 13 ottobre 2014 è presidente della Ferrari.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso