Pirelli 160525111852
INDUSTRIA 25 Maggio Mag 2016 1119 25 maggio 2016

Pirelli vince il premio Oscar Masi 2016

Il riconoscimento per il progetto 'Prototipo Cva: Controllo visivo automatico del pneumatico', un sistema di analisi del prodotto finito.

  • ...

Un nuovo riconoscimento per l’innovazione industriale di Pirelli. Il gruppo ha infatti ricevuto il premio Oscar Masi 2016, organizzato dall’Airi, l'Associazione italiana per la ricerca nel campo dell'industria. Il tema di quest'anno erano i 'processi o prodotti innovativi in linea con il manufacturing intelligente del futuro'. PREMIATO IL PROTOTIPO CVA. A ricevere il premio, consegnato presso il Consiglio nazionale delle ricerche di Roma, una rappresentanza di ricercatori guidati da Gianni Mancini e da Vincenzo Boffa, che da quattro anni lavorano al progetto 'Prototipo Cva: Controllo visivo automatico del pneumatico', un sistema automatico di analisi del prodotto finito che si avvale di tecnologie di visione artificiale e automazione. La nuova tecnologia, nata nei laboratori R&D di Milano Bicocca, è stata sviluppata con la collaborazione del dipartimento di Informatica dell’università di Bologna e del dipartimento di Automatica e Informatica del Politecnico di Torino.
AD OGGI IL CONTROLLO SVOLTO A MANO. Ad oggi il controllo visivo della qualità del prodotto è svolto manualmente e consiste nell’osservare tutte le parti, interne ed esterne, di tutti i pneumatici prodotti. A questa operazione seguono poi verifiche strumentali automatiche. Tuttavia, quest'operazione pone una serie di criticità legate alla ripetitività delle operazioni, alla difficoltà di analizzare i pneumatici, alla complessità dei particolari da rilevare in un tempo che comunque deve essere breve e compatibile con il ritmo della produzione industriale.
ANALISI AUTOMATIZZATA. Il Cva coniuga una meccanica completamente automatizzata con l’utilizzo di sistemi di visione a elevata risoluzione e velocità. Si tratta di sistemi computerizzati che gestiscono algoritmi di visione appositamente sviluppati per elaborare un’elevata mole di dati raccolti dal sistema di visione per ogni pneumatico, in accordo con il tempo di ciclo meccanico. Il Cva è in grado di riconoscere nuovi modelli di pneumatico o variazioni di layout delle scritte sul fianco; funziona senza interruzione ed è flessibile, poichè deve rispondere all’elevata variabilità di prodotto (come ad esempio alternanza di pneumatici estivi-invernali, all seasons o superribassati) e alla gamma di misure diverse che compongono una linea di prodotto.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso