Sch Uble Brexit 160624191738
REFERENDUM 24 Giugno Giu 2016 1915 24 giugno 2016

Brexit, Schäuble e il piano segreto anti Uk

Accelerare l'uscita di Londra. Per renderla un partner e averne vantaggi. Indiscrezioni.

  • ...

Anche per l'alzata di testa di Londra è in arrivo la cura di Wolfgang Schäuble.
Inglesi e greci sono, non solo geograficamente, agli antipodi dell'Ue. Ma mai come dopo la Brexit gli estremi potrebbero, anche in questo caso, coincidere.
CHOC E DISGUSTO. A poche ore dalla «notizia choc» dell'uscita dalla Gran Bretagna dall'Europa unita, che dal governo di Berlino sarebbe stata accolta con un misto di «impotenza e disgusto», la stampa tedesca sta riportando di un «piano segreto» del falco ministro delle Finanze Schäuble - braccio destro della cancelliera Angela Merkel e architetto dell'euro a trazione tedesca - per traghettare i britannici fuori dall'Ue.
FUORI PRIMA POSSIBILE. «Raus, il più presto possibile», ha dichiarato anche il presidente dell'Europarlamento e leader socialdemocratico tedesco Martin Schulz, più duro della stessa cancelliera con i ribelli inglesi, come già in occasione del referendum greco contro l'austerity.
Secondo le indiscrezioni, da un documento riservato ottenuto dall'Handelsblatt e anche dalla Welt, attraverso una «task force Brexit» la Germania sarebbe adesso pronta a «negoziare un accordo di associazione con la Gran Bretagna». Ma evitando «eccessive concessioni, che incentiverebbero altri Stati a seguire l'esempio di Londra».

Il precedente con la Grecia dopo il referendum di Tsipras

Il Regno Unito ha votato per il leave.

Tira una brutta aria punitiva a Berlino.
Finché ha potuto, Schäuble ha tirato la corda il più possibile anche con il premier britannico, ora dimissionario, David Cameron sulla maggiore autonomia chiesta a Bruxelles; autonomia che era stata ottenuta a febbraio per cercare inutilmente di arginare l'esito del referendum sulla Brexit.
Il numero due del governo tedesco, delfino mancato di Helmut Kohl, è anche famoso per l'inflessibilità (e l'intestardimento) sulla Grecia, dopo il no popolare all'austerity, nella notte drammatica di «waterboarding dell'Ue», come scrissero gli inglesi del Guardian, al capo del governo ellenico Alexis Tsipras.
WATERBOARDING TSIPRAS. Ad Atene sarebbe stata di fatto chiesta l'ipoteca del Partenone e di quel che resta del patrimonio statale (asset per 50 miliardi di euro) in un fondo di garanzia in Lussemburgo: un giogo illegittimo e poi attenuato. Ma, se fosse vero, Schäuble ci avrebbe provato, con un gusto per l'umiliazione che, secondo le voci di corridoio, avrebbe portato il premier italiano Matteo Renzi a esclamare in quel summit Ue: «Ora basta, quando è troppo è troppo».
Verso la Gran Bretagna, i modi dei tedeschi saranno verosimilmente più soft: il primo obiettivo di Berlino è difendere i propri interessi, riducendo cioè al minimo i danni economici del calo dall'interscambio con Londra (circa l'8% dell'export complessivo tedesco) e da altri contraccolpi finanziari a breve termine del referendum britannico.
FONDAMENTALE SALVARE I SOLDI. Prima delle Legislative tedesche del 2017, Schäuble cercherà inoltre di capitalizzare al massimo le turbolenze dei flussi di capitali su Londra innescati dalla Brexit, tentando di convogliare il più possibile gli investimenti europei ed esteri verso la Germania.
La strategia tedesca vuole fare della Gran Bretagna extra Ue un «Paese partner associato» per accordi commerciali ed economici.
Ma i negoziati si prospettano «difficili», ammetterebbero anche gli sherpa del ministro tedesco: Schäuble avrebbe in animo di creare un «clima costruttivo» con gli inglesi, ma guidando lui il gioco e con interlocutori che non hanno mai fatto mistero di voler «avere le mani libere».
SADISMO E PUNIZIONI. Il ministro delle Finanze tedesco è un contabile meticoloso: si preannuncia quanto meno un braccio di ferro tra l'Ue manovrata dalla «task force Brexit» e i britannici.
Schäuble non si distingue per essere tenero: anni fa il mastino dell'euro-austerity ha con sadismo esposto al pubblico ludibrio anche un suo stretto collaboratore, costringendolo alle dimissioni.
Ora a Berlino c'è forte cautela mista a un grande astio per Londra.

Twitter @BarbaraCiolli

Correlati

Potresti esserti perso