Borsa: Wall Street apre positiva
MERCATI 27 Giugno Giu 2016 1827 27 giugno 2016

Borsa, l'Europa brucia altri 282 miliardi per la Brexit

Da inizio anno Milano  ha ceduto il 29,48%. Ftse Mib sui minimi degli ultimi tre anni: -3,94%. Pesanti i bancari. Mps -13%.

  • ...

Nuova seduta pesante per l'Europa dopo il venerdì nero del 24 giugno, sulla scia della pesante apertura di Wall Street e ovviamente la prospettiva della Brexit.
BRUCIATI 282 MLD. Le Borse europee hanno mandato in fumo altri 282 miliardi di euro di capitalizzazione di mercato, considerando un calo del 4,10% dell'indice paneuropeo Stoxx Europe 600 che valeva oltre 6.869 miliardi venerdì.
MILANO -29,48%. Milano da inizio anno ha ceduto il 29,48% e ha chiuso sui minimi degli ultimi tre anni a -3,94% trascinata al ribasso dal comparto bancario che nel complesso cala del 9,23%. Londra perde il 2,55% con l'indice Ftse 100 che scivola a 5.982. Francoforte lascia il 3,02% con l'indice Dax a 9.268 punti. Parigi perde il 2,97% con il Cac 40 a 3.984 punti.
PESANTE MPS: -13,3%. A Piazza Affari le indiscrezioni su un possibile piano del Governo italiano per sostenere il sistema del credito non hanno fermato le vendite.
Come sempre principali vittime sono i bancari. Mps (-13,3%) e Unicredit (-8,1%) hanno chiuso sui minimi storici.
Vendite anche su Mediobanca (-12,7%) e Intesa Sanpaolo (-11%). Pesante anche Ubi (-6,3%) nel giorno della presentazione del nuovo piano industriale. Bpm perde il 7,2%, mentre Banco Popolare lascia il 6,2%. Tra gli altri finanziari, Azimut va già dell'11,8%, Unipol del 10,2% e Generali dell'8,5%.
YOOX -9,6%. Yoox Net-A-Porter (-9,6%) paga l'esposizione del business sul Regno Unito.
Resistono Recordati (+0,9%) e Terna (+0,1%) in scia con i rispettivi settori europei. Fuori dal listino principale, Rcs (+5%) si allinea immediatamente al ritocco all'Opa della cordata di InvestIndustrial. Si allontana Cairo che con un calo oggi del 5,93% si porta a 4 euro e valuta al concambio 0,64 le Rcs.
SPREAD A 163 PUNTI BASE. Lo spread, ovvero, il differenziale di rendimento, Btp-Bund è rimasto stabile attorno a 163 punti base.
Il greggio a New York arretra del 2,5% a 46,5 dollari al barile. Sul fronte valutario, l'euro scambia a 1,097 dollari (1,1112 venerdì).
Il cambio sterlina/dollaro si attesta a 1,317, nuovamente ai minimi da 31 anni. L'oro, infine, sale ancora e si attesta a 1322 dollari l'oncia.
S&P TAGLIA IL RATING AL REGNO UNITO. Intanto il Regno Unito perde il giudizio 'tripla A' da parte di Standard & Poor's. Il rating del Paese è stato tagliato di due gradini, da AAA a AA, con l'outlook che resta negativo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso