Paschi 161018213126
BANCHE 18 Ottobre Ott 2016 2128 18 ottobre 2016

Mps, il cda non chiude al piano Passera

Il titolo guadagna il 13% in Borsa. Lunedì il business plan messo a punto dalla dirigenza, ma resta aperto uno spiraglio anche al salvataggio elaborato dall'ex ministro.

  • ...

Monte dei Paschi, il titolo ha guadagnato il 13% in Borsa.

Il consiglio di amministrazione di Mps ha lasciato aperto uno spiraglio all'operazione di salvataggio della banca elaborata dall'ex ministro Corrado Passera.
Ma ha confermato, allo stesso tempo, la «ferma intenzione» di andare avanti con il piano presentato a luglio dall'ex amministratore delegato Fabrizio Viola, poi 'ritoccato' dal suo successore Marco Morelli.
PIANO INDUSTRIALE IL 24 OTTOBRE. L'istituto senese, lunedì 24 ottobre, presenterà il suo piano industriale. Ma la proposta Passera continuerà ad essere esaminata. L'obiettivo è tentare di conciliare le due strategie, dal momento che la seconda riuscirebbe a coinvolgere investitori disposti a investire 2,5 miliardi di euro. Per Mps sarebbe una manna, alla luce di una ricapitalizzazione fissata in 5 miliardi di euro e dell'esito dei primi sondaggi degli advisor della banca, che hanno trovato interlocutori esteri tiepidi all'idea di mettere mano al portafogli. Certo, se davvero l'ex ministro riuscisse a portare una dote così consistente, ci sarebbe da capire a quali condizioni, quale ruolo andrebbe a ricoprire e se sarebbe disposto a integrare il suo piano con quello della banca.
NO COMMENT DI MORELLI. Per analizzare tutti questi aspetti c'è tempo fino a lunedì. All'uscita dal board, l'ad Morelli si è limitato a un laconico commento: «Con il piano parleremo». Poche parole che hanno dato adito a svariate interpretazioni. Significa che non farà dichiarazioni fino alla presentazione del piano, o che sarà un piano industriale eloquente?
PASSERA CONVOCATO DALLA CONSOB. Di sicuro c'è che il cda si è riunito a Milano per otto ore e in Borsa il titolo ha vissuto un momento di gloria, guadagnando il 12,8%. Un balzo improvviso, dopo una lunga serie di sedute chiuse ai minimi storici, che ha coinciso con la mossa della Consob, che ha convocato Passera per chiedergli lumi sul suo piano. Il rally del titolo è stato alimentato anche dai rumors, visto che la giornata si è aperta con una serie di indiscrezioni sui contenuti della proposta che l'ex ministro ha spedito al cda senese il 13 ottobre.
IN CAMPO ANCHE IL FONDO ATLAS? Altre anticipazioni hanno riguardato, invece, il piano industriale allo studio di Morelli, che potrebbe prevedere circa 3 mila esuberi, dei quali 1.500 residui del vecchio piano. La proposta Passera è stata quindi analizzata quasi in contemporanea sia da Mps, sia dalla Consob. Secondo quanto trapelato, prevede un aumento di capitale fra 1,5 e 3 miliardi di euro, una bad bank per smaltire 31 miliardi di crediti deteriorati e l'intervento del fondo Atlante. Non contemplerebbe la conversione di bond in azioni, ma il pezzo forte sarebbero gli investitori, fra i quali il fondo Atlas di Bob Diamond. All'uscita dalla Consob, Passera non ha fornito dettagli sull'incontro, ma ha parlato del salvataggio di Mps: «Se va come deve andare può essere un progetto bellissimo e l'Italia ne uscirebbe alla grande. È questo che mi stimola».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso