Lavoro: prosegue calo assunzioni stabili
SCENARIO 19 Ottobre Ott 2016 1214 19 ottobre 2016

Ocse, al 57,4% l'occupazione in Italia nel II trimestre 2016

Peggio del nostro Paese solo Grecia (52,2%) e Turchia (50,8%). La Spagna è passata dal 59,1 al 59,3%.

  • ...

Cresce il tasso di occupazione in Italia e nella zona euro nel secondo trimestre del 2016. Secondo l'Ocse ha raggiunto rispettivamente il 57,4% e il 65,3%.
Nel primo trimestre i due dati erano stati del 56,9% e del 65,1%.
LA GRECIA MAGLIA NERA. Con un miglioramento di appena 0,5 punti il tasso di crescita italiano rimane il più basso dell'area Ocse. Peggio fa solo Grecia (52,2%) mentre la Spagna è passata dal 59,1 al 59,3%.
Guardando al complesso dell'area Ocse, il tasso di occupazione è salito al 66,9% contro il 66,8% del trimestre precedente. Rispetto ai primi tre mesi dell'anno miglioramenti sono stati osservati in 26 Paesi.
IN ESTONIA CRESCITA DELL'1,8%. Gli aumenti maggiori sono stati in Estonia (+1,8 punti al 73%) e Ungheria (+0,8 punti al 66,4%).
Bene anche la Slovenia (+0,8 punti al 66%). Quanto alla Germania è cresciuta dal 74,4% al 75,5% e la Francia è rimasta ferma al 64,2%.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso