Mediaset: Vivendi sale al 20% capitale
3 Gennaio Gen 2017 2137 03 gennaio 2017

Scalata di Vivendi, Mediaset attende le mosse dei francesi

Il gruppo del Biscione aspetta il prossimo passo di Vivendi, che potrebbe cercare un accordo. Intanto la società pensa a un aumento di capitale con banche amiche per disinnescare la scalata transalpina. Sullo sfondo Mondadori continua a correre.

  • ...

Dopo un doppio colpo che ha fatto salire le quote di Vivendi in Mediaset, il gruppo francese sta preparando la prossima mossa, che potrebbe essere una proposta di accordo. Sia dal lato transalpino che dalle parti del Biscione si vuole tenere l'arma dell'Opa come ultima possibilità, ma per il momento non ci sono stati contatti tra i due gruppi.

IL 3 GENNAIO SCAMBIATO L'1,7% DEL CAPITALE. Dopo un periodo di forte rivalutazione il titolo frena in Borsa. La diminuzione a Piazza Affari è stata comunque limitata: il titolo si è mantenuto comunque sempre sopra quota quattro euro, sui massimi da oltre un anno. Leggera tensione anche per il volume degli scambi che il 3 gennaio è stato pari al 1,7% del capitale, in leggero aumento rispetto ai giorni precedenti.

CORSA ALLE AZIONI MONDADORI. Quello che stupisce è invece la corsa recente di Mondadori: nell'ultima seduta il titolo è salito di quasi il 4%, correggendo ancora i massimi da due anni e mezzo. Solo nelle ultime sei sedute il titolo è balzato del 27%, mantenendo però una certa volatilità. Nonostante questo la società non è scalabile in quanto controllata con oltre il 50% delle quote da Fininvest.

FERMA LA DIFESA DELL'ITALIANITÀ DI MEDIASET. La levata di scudi sull'italianità del gruppo televisivo pare essersi raffreddata, in particolare Intesa SanPaolo che non sarebbe impegnata in acquisti azionari ma solo a garantire un'eventuale disponibilità sul fronte del debito.

ALLO STUDIO LE PROSSIME MOSSE. Dopo l'exploit di dicembre in casa Mediaset si sono serrati i ranghi con Silvio Berlusconi che ha preso in mano personalmente la vicenda insieme a Fedele Confalonieri. Per il momento è da escludere una convocazione di assemblee da parte di Vivendi, per avere nuovi consiglieri la società francese dovrebbe raggiungere la maggioranza assoluta in due votazioni, una per l'allargamento del consiglio, una successiva per la scelta dei nuovi consiglieri. Molto dura, se non impossibile, con Fininvest quasi al 40%.

PER DISINNESCARE VIVENDI SI PENSA AD AUMENTO CAPITALE. La linea difensiva di Mediaset sarebbe quella di un aumento di capitale preparato ad hoc, con banche amiche pronte a sostenere la spesa. Vivendi ha un portafoglio superiore a Mediaset ma nel Cda francese più di qualcuno pensa che in Italia siano già stati spesi troppi soldi. Sullo sfondo rimane da vedere l'esito giudiziario sul contratto vincolante stipulato a metà del 2016 intorno a Mediaset Premium e poi stralciato dai francesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati