Terna
9 Maggio Mag 2017 1620 09 maggio 2017

Terna approva i risultati del primo trimestre 2017

Il CdA dell'azienda ha esaminato e confermato il bilancio di questi mesi di inzio anno: ricavi a 523,9 milioni e utile netto di Gruppo a 179,3 milioni di euro.

  • ...

«Terna chiude il primo trimestre del 2017 con risultati economico-finanziari in miglioramento». Con queste parole Luigi Ferraris, Amministratore Delegato di Terna, ha aperto l’intervento con cui ha illustrato i risultati del primo trimestre del 2017, appena approvati dal Consiglio di Amministrazione.
«Sulla base di questi risultati, continueremo a perseguire i nostri obiettivi strategici, con l’impegno di mantenere l’attuale basso profilo di rischio e assicurare ai nostri azionisti un attraente e stabile ritorno del loro investimento», ha poi commentato Ferraris.

Luigi Ferraris, Amministratore Delegato di Terna.

I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2017. Uno tra i dati più importanti approvati oggi dal CdA di Terna, è quello relativo ai ricavi che nel primo trimestre dell’anno in corso ammontano a 523,9 milioni di euro e che, grazie all’incremento dei ricavi delle Attività Regolate, registra un aumento di 6,7 milioni di euro (+1,3%) se raffrontati a quelli dello stesso periodo del 2016.
Altro dato significativo riguarda i costi operativi che, quantificati a 121,1 milioni di euro, risultano sostanzialmente in linea con quelli registrati nel primo trimestre del 2016.
Cresce di 7,7 milioni di euro (+1,9%) l’L’EBITDA (Margine Operativo Lordo), attestandosi a 402,8 milioni di euro, mentre L’EBITDA margin, pari a 76,4% nel primo trimestre 2016, è valutato 76,9% al 31 marzo 2017.
L’EBIT (Risultato Operativo) ammonta a 272,8 milioni di euro, in crescita del 3,4% rispetto al periodo di riferimento dello scorso anno.
Gli oneri finanziari netti, pari a 20,5 milioni di euro, registrano un aumento di 1,3 milioni se raffrontati a quelli rivelati al periodo di riferimento 2016 ed evidenziano un costo del debito dell’1,45%, perfettamente rispondente alle indicazioni del Piano Strategico.
In crescita anche il risultato ante imposte che si attesta a 252,3 milioni di euro e l’utile netto, che, a quota 179,3 milioni di euro, registra un aumento del 10,6% rispetto al primo trimestre 2016.
Altri dati rilevanti sono quello concernente gli investimenti complessivi pari a 99,7 milioni di euro, quello che registra un indebitamento finanziario netto pari a 7.444,8 milioni di euro e quello che parla di un patrimonio netto di Gruppo pari a 3.718,6 milioni di euro, a fronte dei 3.535,4 milioni di euro del 31 dicembre 2016.
Infine, i dati approvati dal CdA riguardano anche i dipendenti del Gruppo che a fine marzo 2017 ammontano a 3.881 unità, in leggera crescita rispetto allo scorso dicembre.

AVVENIMENTI AZIENDALI SUCCESSIVI AL 31 MARZO 2017. Tra gli eventi che hanno interessato il Gruppo Terna successivamente al 31 marzo 2017 ci sono principalmente la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione e del nuovo Collegio Sindacale, avvenuti entrambi in data 27 aprile durante l’Assemblea degli azionisti. Questa ha approvato, nella stessa data, anche il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2016 deliberando un dividendo di 20,6 euro/cent per azione e la politica adottata per la remunerazione.
Il 6 aprile 2017, il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso noto alla Piemonte Savoia S.r.l. l’esito positivo del procedimento di esenzione dell’Interconnector Italia – Francia.
Rilevante è anche stata l’avvenuta cessazione del rapporto di lavoro e della carica di Amministratore Delegato che ha riguardato Matteo Del Fante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati