Sede Axa
26 Maggio Mag 2017 1012 26 maggio 2017

Axa, dalle polizze alle startup

Il colosso assicurativo investe in creatività e open innovation. Nel 2017 focus su idee di business italiane.

  • ...

Rinnovarsi dall’interno per adeguarsi a un mercato in continuo cambiamento, comprendere le esigenze di nuovi potenziali clienti, soprattutto i millenials, e provare a instaurare un dialogo costruttivo e di crescita con il proprio pubblico. Sono questi i paradigmi con cui oggi deve fare i conti anche il comparto assicurativo chiamato a innovare processi e offerte. Una visione che ha già contagiato il gruppo assicurativo AXA, un colosso presente in 64 Paesi nel mondo con quasi 100 miliardi di euro di giro d’affari a livello globale e che in italia conta circa 4,5 milioni di clienti.
LA SCELTA DI INVESTIRE IN ITALIA. Il Gruppo, fra i più attenti del suo settore all’innovazione, proprio sul nostro Paese ha deciso da qualche tempo di “investire”: non solo economicamente, ma anche in creatività e iniziative capaci di fare open innovation sfruttando cioè idee, risorse e competenze tecnologiche che arrivano anche dall’esterno, in particolare da startup, università, enti di ricerca e partner dell’ecosistema sociale.
L'ANALISI DEI BIG DATA. Per supportare questa importante rivoluzione di approccio con il cliente e con il mercato, AXA fa leva anche sui suoi due Innovation lab (a San Francisco e Shanghai) - che monitorano e osservano novità e tendenze che possano in qualche modo rivoluzionare il comparto assicurativo - e sul suo Data innovation lab di Parigi dove esperti data scientist studiano i big data applicati al settore per trarre informazioni strategiche sulla gestione dei rischi per dare vita a polizze “su misura”.
UN FONDO DA 200 MLN DI EURO. La sete di innovazione del gruppo, però, guarda anche all’esterno, a caccia di talenti e idee capaci di trasformarsi in business: a sostenere questo processo virtuoso c’è AXA Strategic Ventures, il fondo di venture capital con una dotazione di 200 milioni di euro, grazie al quale il gruppo investe in startup, soprattutto in ambito fintech e insurtech, che possano portare anche a una significativa evoluzione del settore assicurativo. Finora i fondi erano stati destinati soprattutto a idee di business francesi o statunitensi.
750MILA EURO PER FLOOME. Da quest’anno, invece, protagonista è anche l’Italia. Un esempio? AXA ha già avviato un primo round di investimento di 750mila euro per Floome, startup padovana che ha realizzato un dispositivo da collegare allo smartphone che permette ai guidatori di verificare il proprio tasso alcolemico in pochi secondi e in modo intuitivo.

L’obiettivo è provare a trasformare il gruppo assicurativo da semplice “liquidatore” a partner per i propri clienti.

È sempre questo spirito ad avere guidato anche la prima edizione di South for Tomorrow, la call di open innovation indirizzata agli innovatori del Sud Italia e lanciata lo scorso luglio assieme a Banca Monte dei Paschi di Siena, con il supporto di Impact Hub Milano, l’incubatore d’impresa focalizzato sull’innovazione sociale e ambientale con cui il gruppo assicurativo ha ormai una partnership consolidata.
PREMIATA UNA STARTUP PALERMITANA. A vincere quest’anno un premio di 10mila euro e un percorso di incubazione in Impact Hub è stata Pharmap, startup palermitana per la consegna di farmaci a domicilio.
L’obiettivo di investimenti di questo tipo, come spiegano da AXA, è quello di dare forma concreta a idee e progetti di utilità sociale per provare, tra le altre cose, anche a trasformare il gruppo assicurativo da semplice “liquidatore” a partner per i propri clienti.
AL VIA L'AXA INNOVATION HUB. La vicinanza con il mondo delle startup e dell’innovazione ha portato addirittura AXA Italia a mettere in piedi una startup interna - AXA Innovation Hub - con cui intende approcciare i temi dell’innovazione e dell’assicurazione in modo originale. Non necessariamente guardando all’esterno ma anche focalizzandosi sulle idee delle stesse persone che lavorano in azienda. Con questi presupposti dal 26 al 12 maggio è stata lanciata una call interna ad AXA Italia per cercare progetti innovativi che potessero migliorare i servizi offerti dal mondo assicurativo agli utenti.
UNA MARATONA DI "NEW BUSINESS". In meno di due settimane sono arrivati oltre 200 progetti da 120 candidati. Un primo processo di “selezione” ha individuato 20 candidati che sono stati chiamati a partecipare - presso la sede milanese di Impact Hub - a una maratona di “new business” (dal 23 al 29 maggio) durante la quale dare vita a i idee innovative per il comparto assicurativo e provare a trasformarle in qualcosa di concreto. Magari nuovi prodotti su misura di un pubblico in costante evoluzione con bisogni e richieste sempre diverse che oggi le assicurazioni devono imparare ad ascoltare e comprendere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati