Ddl concorrenza, ok Senato a fiducia
15 Giugno Giu 2017 1302 15 giugno 2017

La manovrina è legge: il governo incassa la fiducia al Senato

Ok definitivo con 144 sì, 104 no e un solo astenuto. Estensione dello split payment, aumento delle accise sulle sigarette, reintroduzione dei voucher e web tax transitoria: le misure più importanti.

  • ...

Il governo incassa la fiducia del Senato sulla manovrina con 144 sì, 104 no e un solo astenuto. I votanti sono stati 249, dunque la maggioranza richiesta per la fiducia era di 125. Il provvedimento, già approvato alla Camera, è dunque diventato legge. Nessuno spazio per apportare modifiche al testo uscito da Montecitorio, proprio a causa del ricorso alla questione di fiducia da parte dell'esecutivo. Ecco i punti principali: dalla reintroduzione dei voucher alla norma che salva i direttori dei musei, passando per quella che esclude i fondi di previdenza complementare dal bail-in. E poi: web tax transitoria e rimborsi Iva più rapidi, nel quadro dello split payment esteso ai professionisti.

CORREZIONE DEI CONTI DA 3,4 MILIARDI DI EURO. Il capitolo fiscale, necessario per attuare la correzione dei conti pari allo 0,2% del Pil chiesta da Bruxelles, è quello più denso. ll contrasto all'evasione dell'Iva punta ancora sullo split payment, con l'estensione di tale modalità alle società pubbliche e alle quotate a partire dal 1° luglio. Anche i professionisti, come gli altri fornitori della Pubblica amministrazione, saranno obbligati al meccanismo dell'inversione contabile. Sono stati introdotti alcuni correttivi, come l'accelerazione dei rimborsi Iva per i soggetti a cui si applica lo split payment: si ridurranno i tempi di almeno 25 giorni. Gli incassi previsti dall'ampliamento dello split payment dovrebbero assicurare 1 miliardo nel 2017 e 1,5 miliardi nel 2018. Arrivano nuove regole anti truffa sulle compensazioni fiscali, che valgono dal 2018 1,9 miliardi, e norme più stringenti sui pignoramenti immobiliari dei grandi evasori (85 milioni quest'anno, 282 a regime). Salgono le accise sulle sigarette (83 milioni nel 2017 e 125 milioni a regime dal 2018). Per i consumatori il prezzo di ogni pacchetto dovrebbere aumenta di circa 10-20 centesimi.

NUOVI VOUCHER. Arrivano i Libretti famiglia e il 'contratto di prestazione occasionale' riservato alle microimprese sotto i 5 dipendenti. Il tetto e' fissato a 5.000 euro per lavoratore e per datore di lavoro, con un ulteriore limite di 2.500 euro l'anno per le prestazioni rese a un singolo datore.

WEB TAX TRANSITORIA. Non è ancora una vera e propria tassa, ma è un tentativo di regolamentazione. Le imprese del web con oltre 1 miliardo di fatturato (e che effettuano in Italia operazioni per importi superiori a 50 milioni) potranno stringere accordi preventivi con l’Agenzia delle Entrate ed evitare così inchieste della magistratura. È prevista una sorta di compliance rafforzata per evitare di infrangere la legge e di pagare sanzioni (qui i dettagli del provvedimento).

RAPPRESENTANTE FISCALE OBBLIGATORIO PER I PORTALI ONLINE. Per i portali di affitti online come Booking.com ed Airbnb, privi di stabile organizzazione in Italia, arriva l'obbligo di nominare un rappresentante fiscale, in modo da poter agire da sostituti d'imposta e richiedere la cedolare secca del 21% per conto del Fisco. Le case private vengono equiparate agli hotel e dovranno riscuotere quindi anche la tassa di soggiorno.

SALVA MUSEI. Dopo la sentenza del Tar che ha annullato cinque nomine di direttori di musei, si rimette mano alla legge per chiarire che nella nella procedura di selezione pubblica internazionale non ci sono limiti di accesso per gli stranieri.

STRETTA SULLE SLOT MACHINE. Nel giro di meno di un anno, da qui all'aprile del 2018, il numero delle macchinette in circolazione dovrà diminuire del 34%, fino a un massimo di 265 mila unità.

ADDIO AGLI STUDI DI SETTORE. Arrivano per 3,5 milioni di contribuenti gli indici di affidabilità fiscale, al posto degli studi di settore. Il passaggio avverrà dall'anno d'imposta 2017. Gli indici saranno organizzati su una scala da 1 a 10. Più alto sarà il punteggio, meno probabili saranno i controlli.

A SCUOLA SBARCA IL CIBO BIO. Nelle scuole saranno introdotte le mense biologiche certificate, con l'obiettivo di promuovere e diffondere l'utilizzo di prodotti biologici.

MAXIMULTA FINO A 200 EURO PER 'PORTOGHESI' SU BUS. I gestori possono affidare l'accertamento anche "a soggetti non appartenenti agli organici". Le rilevazioni dei sistemi di video sorveglianza presenti a bordo e alle fermata valgono come prova.

ADDIO A 1 E 2 CENTESIMI. Le monetine di rame scompariranno dal primo gennaio 2018. Se si paga in contanti è previsto un meccanismo di arrotondamento al multiplo di 5 più vicino. Il destino della norma è però incerto, perché contestata al Senato.

PIÙ FACILE CEDERE I CREDITI DETERIORATI. Con la manovrina arriva anche una spinta alla creazione di un mercato per i crediti deteriorati. Cederli sarà più facile, grazie a un emendamento che prevede la possibilità, per le società di cartolarizzazione cessionarie dei crediti deteriorati ceduti da banche e intermediari finanziari, di concedere finanziamenti finalizzati a migliorare le prospettive di recupero dei crediti stessi, favorendo il ritorno in bonis del debitore.

ESTESI SISMABONUS ED ECOBONUS. Anche chi acquista una casa demolita e ricostruita nelle aree ad alto rischio sismico potrà usufruire del sismabonus al 75%. Il bonus ecologico viene invece esteso agli incapienti.

STABILIZZAZIONE DI 15 MILA PROF. Vengono stanziati 1,3 miliardi fino al 2026 per assumere 15.100 insegnanti attualmente precari.

PRESTITO PONTE PER ALITALIA. Il decreto che destina 600 milioni di euro alla compagnia area è entrato direttamente nella manovrina.

NOZZE ANAS-FS. Via libera alla maxioperazione, previsto un aumento degli investimenti del 10% nel 2017 e nel 2018.

NORMA AD HOC PER LO STADIO DELLA ROMA. Si regolamentano demolizioni e cessioni di superficie e la realizzazione di immobili non sportivi, si concede il diritto allo sfruttamento commerciale dell'area limitrofa in occasione di grandi eventi.

LAVORI DI MANUTENZIONE DELL'AUTOSTRADA DEI PARCHI. I lavori di manutenzione dell'Autostrada dei Parchi (A24-A25) saranno effettuati dal concessionario, Carlo Toto, a valere sui canoni di concessione 2015-2016 già dovuti, per un totale di 111,7 milioni più interessi. La somma sarà restituita all'Anas in tre rate annuali a partire dal 2028. Toto dovrà presentare entro 20 giorni dall'entrata in vigore della legge un piano di convalida per gli interventi urgenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati