Veneto Banca
CREDITO
23 Giugno Giu 2017 2211 23 giugno 2017

Banche venete, ok della Bce alla liquidazione con le norme italiane

Via libera alla procedura di “salvataggio” che dovrebbe portare Intesa Sanpaolo a rilevare la parte sana dei due istituti. Cdm nel fine settimana per un decreto «a tutela dei risparmiatori».

  • ...

La Bce, come da attese, ha dichiarato le due banche venete «prossime a fallire» e ha informato il Single Resolution Board (Srb), il quale ha deciso di non applicare la procedura di risoluzione. BpVi e Veneto banca, quindi, saranno liquidate secondo le procedure delle norme italiane. La Banca centrale europea, spiega un comunicato, ha accertato che Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza sono in dissesto o a rischio di dissesto, in seguito alla loro ripetuta violazione dei requisiti patrimoniali di vigilanza. Tale accertamento è stato disposto ai sensi del regolamento sul Meccanismo di risoluzione unico.

«NESSUNA SOLUZIONE NONOSTANTE IL TEMPO CONCESSO». «Nonostante il tempo concesso dalla Bce per la presentazione dei piani patrimoniali, le due banche non sono state in grado di offrire soluzioni credibili per il futuro», spiega una nota, «di conseguenza, la Bce ha considerato entrambe le banche in dissesto o a rischio di dissesto e ne ha dato debita comunicazione al Comitato di risoluzione unico (Single Resolution Board, SRB), il quale è giunto alla conclusione che le condizioni per l'avvio di un'azione di risoluzione nei confronti dei due intermediari non erano soddisfatte. Le banche saranno quindi liquidate in base alle procedure di insolvenza italiane».

LA COMMISSIONE: «CI SONO STATI PROGRESSI». La Commissione europea «prende nota della decisione della Bce e sta ora alle autorità italiane determinare la strada da prendere per le due banche, in linea con la legislazione italiana sul fallimento». Bruxelles «sta avendo discussioni costruttive con le autorità» sulle proposte di sostegno statale, ci sono «progressi per trovare molto presto una soluzione», ha fatto sapere la Commissione, precisando che i depositi e i senior bond saranno protetti.

NEL FINE SETTIMANA CDM PER UN DECRETO. Il Tesoro ha fatto sapere che «il governo si riunirà nel fine settimana per adottare le misure necessarie ad assicurare la piena operatività bancaria, con la tutela di tutti i correntisti, depositanti e obbligazionisti senior».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso