Istat: deficit al 4,3% primo trimestre
3 Luglio Lug 2017 1022 03 luglio 2017

Lavoro, calano gli occupati a maggio: disoccupazione all'11,3%

Rispetto al mese di aprile 51 mila persone al lavoro in meno. Peggiora il quadro per i giovani: la quota di senza lavoro risale al 37%.

  • ...

Dopo otto mesi positivi, calano gli occupati in Italia su base mensile. A maggio, secondo l'Istat, ce ne sono stati 51 mila in meno rispetto ad aprile (+141 mila rispetto a maggio 2016). Si conferma poi un trend che ha caratterizzato le ultime rilevazioni, sul quale pesano anche le dinamiche previdenziali e anagrafiche: rispetto ad aprile aumentano solo gli occupati con più di 50 anni e i dipendenti con contratto a termine. Al contrario, i lavoratori a tempo indeterminato sono 23 mila in meno e gli autonomi 38 mila in meno.

Il tasso di disoccupazione è dunque risalito all'11,3%, in aumento di 0,2 punti percentuali dopo il calo di aprile. Peggiora anche il quadro per i giovani, con la quota di senza lavoro che sale al 37%, con un incremento di 1,8 punti. Rispetto ad aprile ci sono 25 mila 15-24enni in più in cerca di occupazione.

Ben diversi i numeri europei. Nella zona euro, infatti, la disoccupazione giovanile è rimasta stabile al 18,9%. Stabile anche nella Ue-28, al 16,9%. L'aumento misurato in Italia è il più consistente di tutta l'Unione. E si conferma il terzo dato più elevato dopo Grecia (46,6%) e Spagna (38,6%). I Paesi con la disoccupazione giovanile più bassa? Germania (6,7%) e Olanda (9%).

La stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni rimane invariata, sintesi di un calo tra gli uomini e di un aumento tra le donne. L’inattività diminuisce tra i 25 e i 34 anni, cresce tra gli ultracinquantenni mentre rimane stabile nelle restanti classi di età. Il tasso di inattività è pari al 34,8%, invariato rispetto ad aprile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso