Istat: deficit al 4,3% primo trimestre
CONTROTENDENZA 12 Luglio Lug 2017 1537 12 luglio 2017

Istat, le professioni vincenti che generano 1,6 mln di posti di lavori

Dai commessi ai progettisti di software: l'elenco deli lavori vincenti stilato dall'Istat. Più di un milione di occupati persi in altri 24.

  • ...

Dai commessi ai progettisti di software, sono 27 le "professioni vincenti" individuate dall'Istat e che hanno visto 1,6 milioni di occupati in più negli ultimi cinque anni, tra il 2011 e il 2016.

UN MILIONE DI POSTI PERSI CON LE "PROFESSIONI PERDENTI". A rivelarlo è l'audizione del presidente dell'Istat, Giorgio Alleva, alla commissione Lavoro del Senato sulla quarta rivoluzione industriale. Alleva ha indicato anche 24 professioni «perdenti», legate soprattutto al mondo delle costruzioni e alle mansioni di ufficio, che hanno perso nello stesso tempo più di un milione di occupati.

IN CRESCITA LE PROFESSIONI LEGATE ALL'ICT. Tra le professioni in maggiore crescita in Italia ci sono quelle legate all'Ict (le tecnologie dell'informazione e della comunicazione) che contano 750 mila occupati nel 2016, secondo le stime dell'Istat, il 4,9% in più rispetto al 2015 e oltre il 12% in più rispetto al 2011. Alleva che parla di «un trend strutturale che va oltre le dinamiche cicliche». L'incidenza dei lavoratori specializzati nelle nuove tecnologie sull'occupazione totale è stimata al 3,3%, una quota solo lievemente inferiore a quella di Francia e Germania che, nel 2015, registravano incidenze del 3,6% e del 3,7%. Inoltre, tra il 2011 e il 2016, aumenta il peso delle professioni informatiche dirigenziali e tecniche ad elevata qualificazione (come gli ingegneri elettronici o gli analisti e gli amministratori di sistema): la loro quota sul totale dell'occupazione nelle professioni Ict sale dal 23% al 30,9%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso