Garda
27 Luglio Lug 2017 1407 27 luglio 2017

Turismo sostenibile, la sfida di Sorgenia e del Consorzio Lago di Garda

L'accordo tra azienda e Consorzio permetterà a 800 strutture alberghiere di dotarsi di e-bike e colonnine di ricarica per le auto elettriche.

  • ...

Turismo sostenibile con energia sostenibile. Un equazione scontata forse ma che ancora fatica ad affermarsi. Per provare a cambiare le carte in tavola Sorgenia ha scelto il Lago di Garda per lanciare un nuovo progetto pilota che mira a coniugare due mondi che sembrano non aver niente a che fare, il turismo e la fornitura elettrica.

PROGETTO AVVIATO IL 26 LUGLIO. La società ha trovato un intesa con il Consorzio Lago di Garda Lombardia per una partnership che interesserà le strutture alberghiere. L'avvio ufficiale del progetto è stato il 26 luglio nel corso di un incontro nella bella cornice di Gardone Riviera a due passi dal Vittoriale degli Italiani. All'evento erano presenti il sindaco della cittadina, Andrea Cipani, l'Assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, Mauro Parolini, il Direttore Mercato & Ict di Sorgenia, Simone Lo Nostro, e il Direttore del Consorzio Lago di Garda Lombardia, Marco Girardi.

I comuni del Consorzio Lago di Garda che partecipano al progetto.

L'intesa prevede un grande progetto per le 800 strutture ricettive associate al Consorzio che potranno dotarsi di e-bike a pedalata assistita e di colonnine di ricarica per le auto elettriche da offrire ai numerosi turisti che visitano la zona. Non solo. Alle strutture che faranno richiesta verrà offerto un canone agevolato ma soprattutto la certificazione di utilizzare solo energia prodotta da fonti rinnovabili, da impianti scelti da Sorgenia tra i migliori oggi disponibili in termini di efficienza, rendimento e compatibilità ambientale. L’origine dell’energia sarà certificata dalla garanzia di origine rilasciata dal Gestore Servizi Energetici.

A sinistra il Direttore del Consorzio Lago di Garda Lombardia, Marco Girardi e a destra il Direttore Mercato & Ict di Sorgenia, Simone Lo Nostro

Entusiasta del progetto il direttore del Consorzio Marco Girardi: « Il memorandum d’intesa sottoscritto con Sorgenia dimostra la volontà del territorio e degli operatori turistici di implementare le forme di tutela e salvaguardia del più importante patrimonio del Garda: l'ambiente».

UNA ZONA CON OLTRE 7 MILIONI DI PRESENZE. Sorgenia ha scelto la sponda lombarda del Lago di Garda perché uno dei tessuti turistici più attivi e vitali dell'Italia. Solo lo scorso anno l'area ha registrato oltre 7 milioni di presenze e un aumento del 12% rispetto al 2015 di turisti stranieri, in gran parte provenienti dai Paesi del Nord dove la cultura della mobilità elettrica è molto diffusa. Considerando le tre sponde del Lago, nel 2016 sono stati 25 milioni i turisti registrati, di cui 19 milioni stranieri.

LO NOSTRO: «ORGOGLIOSI DELLA SCELTA». «Questo accordo ben dimostra l’attenzione che il Garda Lombardo ha nei confronti della mobilità sostenibile e dell’ambiente, rispondendo in tal modo alle esigenze dei turisti. Siamo orgogliosi che il Consorzio abbia scelto noi per attuare questo disegno» ha spiegato Simone Lo Nostro, Direttore Mercato & Ict di Sorgenia, «pensiamo di essere i partner giusti per promuovere uno stile di vita sostenibile e digitale proprio perché innovazione e attenzione all’ambiente sono le parole chiave che guidano il nostro operato nel mercato dell’energia».

La colonnina Schneider e una delle e-bike disponibili.

Per Sorgenia l'iniziativa rappresenta solo il prima parte di un disegno molto più alto. L'iniziativa sulla sponda lombarda del Garda rappresenta infatti un progetto pilota che se darà i frutti sperati verrà esteso anche in altre aree. Come confermato da Lo Nostro. Al momento tutte le strutture di accoglienza possono richiedere biciclette a pedata assistita e colonnine, e le prime consegne potranno avvenire già nelle prossime settimane.

PREVISTI ANCHE SOLUZIONI DI EFFICIENZA ENERGETICA. L’accordo con il Consorzio Lago di Garda – Lombardia, oltre allo sviluppo della e-mobility, prevede per le strutture ricettive anche la possibilità di avvalersi di soluzioni di efficienza energetica evoluta: sistemi per monitorare, analizzare e gestire i consumi online; audit energetici per aiutare a migliorare l’efficienza e a ridurre i consumi; sistemi di continuità per garantire elettricità in caso di disservizi della rete.

E-BIKE TOTALMENTE MADE IN ITALY. Le e-bike proposte sono prodotte in Italia da Brinke, una società che rappresenta l’eccellenza del made in Italy: tre modelli – city, trekking e o road – per rispondere alle diverse esigenze di utilizzo e percorrenza. Le colonnine di ricarica per le auto sono realizzate da Schneider, azienda leader nella gestione dell’energia: innovative, di facile installazione, di ultima generazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso