Pensioni Inps
12 Agosto Ago 2017 1555 12 agosto 2017

Pensioni, come funziona l'Ape volontaria

Il decreto firmato da Gentiloni: almeno 63 anni d'età, prestito ventennale, tasso totale tra il 2% e il 5,5%. Le regole dell'Anticipo pensionistico. Che ha una platea potenziale di mezzo milione di lavoratori.

  • ...

Come funziona l'Ape (sigla che sta per Anticipo pensionistico) volontaria, sdoganata con un decreto ad hoc firmato dal premier Paolo Gentiloni il 4 settembre, a cui seguirà un accordo tra governo, banche e assicurazioni? I capisaldi dello strumento sono già stati previsti con la legge di Bilancio, mentre il decreto ha sciolto il nodo della retroattività: il diritto ad accedere decorre dal primo maggio 2017. Coloro che hanno maturato i requisiti in una data compresa tra il primo maggio 2017 e la data di entrata in vigore del presente decreto possono richiedere, entro sei mesi dall'entrata in vigore del decreto, la corresponsione di tutti i ratei arretrati maturati a decorrere dalla data di maturazione dei requisiti.

REQUISITI: ALMENO 63 ANNI D'ETÀ. Al momento della richiesta bisogna avere almeno 63 anni di età, 3 anni e sette mesi di distanza massima dalla pensione di vecchiaia, 20 anni di contributi.

RATA PER IL PRESTITO: FINO AL 5,5%. Chi vuole usufruire dell'anticipo pensionistico volontario paga una rata sulla pensione netta futura da un mino del 2% fino al 5-5,5% medio annuo, ma il valore netto sarà inferiore grazie al credito d'imposta previsto in legge di Stabilità (che può arrivare fino al 50% dell'interesse sul finanziamento e sul premio). L'obiettivo sarebbe arrivare a un Taeg (Tasso annuo effettivo globale) pari al 3,2%.

L'ITER: UNA SOTTOSCRIZIONE ONLINE. Una volta chiesta la certificazione della pensione futura all'Inps il lavoratore avrà informazioni su banche e assicurazioni aderenti all'iniziativa e sottoscriverà online la proposta e la quantità prescelta di Ape.

RESTITUZIONE COMPLETA DOPO 20 ANNI. La somma d'anticipo viene erogato in rate mensili mentre all'età di vecchiaia l'Inps erogherà la pensione al netto della rata di ammortamento inclusiva di restituzione del capitale, interessi e assicurazione. Se il pensionato muore prima di aver finito di restituire il prestito l'assicurazione paga il debito residuo e l'eventuale reversibilità viene corrisposta senza decurtazioni. Dopo 20 anni dal pensionamento si completa la restituzione e la pensione torna al livello normale.

BACINO DA MEZZO MILIONE DI LAVORATORI. La platea potenziale per l'Ape volontaria secondo le stime del governo sarà di 300 mila persone nel 2017 e di 115.000 nel 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso