Pil, Istat rivede trimestre balzo 0,4%
PREVISIONI 30 Agosto Ago 2017 1123 30 agosto 2017

Pil, Moody's rivede al rialzo la crescita dell'Italia: +1,3%

Migliorano le stime dell'agenzia di rating per la Penisola. Fiducia economica nella Ue 19 ai massimi da 10 anni.

  • ...

Moody's ha rivisto al rialzo le stime di crescita dell'Italia per il 2017 e il 2018. Per quest'anno e l'anno prossimo l'agenzia di rating prevede una crescita del Pil dell'1,3% contro lo 0,8% e l'1% stimato in precedenza. La crescita è sostenuta «dalla politica monetaria e di bilancio e da una ripresa più forte nella Ue», spiega Moody's.

CRESCE L'INDICATORE DELLA FIDUCIA ECONOMICA. Buone notizie per la Penisola arrivano anche da Bruxelles. Ad agosto l'indicatore della fiducia economica (Esi) della Commissione Ue per l'Ue-19 è tornato a salire di 0,6 punti, a 111,9, ritoccando i massimi da oltre dieci anni (a giugno aveva segnato il top da agosto 2007). L'indicatore è in lieve calo per l'Ue-28 (-0,3 punti a 111,9) appena sotto il suo livello più alto di luglio. L'Esi è cresciuto soprattutto in Italia (+3,6), Francia (+1,7) e Spagna (+1,4), mentre si e' indebolito in Germania (-0,6) e Olanda (-0,9). La fiducia è salita soprattutto nell'industria e nei servizi.

«OTTIMISMO PER I CONSUMI». Nel complesso Moody's, nel suo Global macroeconomic outlook, stima una crescita per l'intera Eurozona del 2,1% nel 2017 e dell'1,9% nel 2018 dopo una espansione dell'1,7% nel 2016. «Gli indicatori suggeriscono un'accelerazione della crescita per il resto dell'anno e l'indice di fiducia dei consumatori ai massimi da 16 anni fa ben sperare per una ripresa dei consumi». Nel frattempo per l'Istat la crescita acquisita per il Pil italiano nel 2017 è pari all'1,2%, secondo la stima preliminare del Pil nel secondo trimestre, con un potenziale dell'1,5%. La variazione acquisita è quella che si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell'anno. Ecco le stime di crescita per l'Italia da parte delle istituzioni nazionali ed internazionali:

Governo +1,1% Bankitalia +1,4% Confindustria +1,3% Banca Intesa +1,4% Fmi +1,3% Ocse +1,0% Moody's +1,3% S&P +1,2% Fitch +1,2%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso