Padoan a Ue, manovra 2018 da 0,3 punti
6 Settembre Set 2017 1523 06 settembre 2017

Manovra, per gli aumenti agli statali altri 1,6 miliardi

Verso una terza tranche da stanziare come aggiunta rispetto a quanto già previsto con le passate leggi di Bilancio. L'obiettivo è una crescita contrattuale di 85 euro.

  • ...

Per garantire agli statali un aumento contrattuale di 85 euro, secondo quanto si apprende da diverse fonti, si starebbe pensando a una terza tranche di circa 1,5-1,6 miliardi, da stanziare in manovra, come aggiunta rispetto a quanto già previsto con le passate leggi di Bilancio. La cifra in questione sarebbe più alta rispetto alle stime circolate in precedenza (si è finora parlato di 1,2-1,3 miliardi). Ovviamente, al momento, si tratta ancora di una stima su cui sono in corso verifiche.

AL MOMENTO FONDI PER UN AUMENTO DI 37 EURO. I contorni dello stanziamento devono essere ancora definiti, ma ci si aggira verso una cifra di 2,7-2,8 miliardi in totale, sommando anche quel che è stato dedicato ai rinnovi contrattuali nelle due legge di Bilancio passate (1,2 miliardi). Ad oggi, sempre secondo quanto si apprende, i fondi già disponibili arriverebbero a coprire circa 36-37 euro, mentre occorre arrivare a 85 euro. È questo, infatti, l'aumento pattuito con i sindacati nel novembre scorso, come incremento medio lordo mensile per il triennio 2016-2018. La somma fa riferimento al settore statale, mentre gli enti locali e in generale quelli non statali dovranno provvedere con le loro casse. La partita è quindi complessa, anche perché c'è da risolvere il nodo del salvataggio del bonus 80 euro, da assicurare nonostante gli scatti determinati dai rinnovi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso