Buono pasto
8 Settembre Set 2017 1312 08 settembre 2017

Buoni pasto, nuove regole al via: come funzionano e dove usarli

Se ne potranno spendere fino a otto al giorno. Anche al mercato e negli agriturismi. Cosa prevede il decreto del Mise, in vigore a partire dal 9 settembre. 

  • ...

Dal 9 settembre entra in vigore la nuova normativa sui buoni pasto per effetto del decreto del ministero dello Sviluppo economico. Storicamente ceduti dal datore di lavoro ai dipendenti per sostituire il servizio di mensa, il nuovo provvedimento cambierà le regole di funzionamento dei ticket.

BUONI CUMULABILI. Nella prassi la cumulabilità dei buoni pasto poteva essere accettata o meno dal titolare dell’esercizio (anche se per legge, in teoria, era possibile utilizzarne solo uno al giorno). Con le nuove norme, invece, i buoni saranno cumulabili de iure, ossia si potranno utilizzare più buoni in una volta sola fino a un massimo di otto. Se il valore dei ticket utilizzati dovesse eccedere l’ammontare di quanto acquistato, non sarà possibile ricevere il resto in denaro. Sarà tuttavia concesso effettuare un pagamento “misto”: ossia utilizzare uno o più buoni pasto, integrando la somma rimanente in contanti.

SI POSSONO USARE ANCHE AL MERCATO. Si allargano le possibilità di utilizzo dei ticket. Se fino a oggi venivano impiegati principalmente presso bar, trattorie, ristoranti, tavole calde e nei supermercati per pagare la spesa, da domani potranno essere spesi negli agriturismi, nei mercatini, ovunque sia autorizzata la vendita di cibi e bevande. A patto che si utilizzino per l’acquisto l’acquisti di articoli alimentari.

SARANNO TRACCIABILI. I nuovi buoni pasto, come i vecchi, potranno essere utilizzati solo dal titolare. Rimane vietata la commercializzazione e la cessione per denaro. Il datore di lavoro potrà emettere un numero di ticket pari ai giorni lavorativi effettivi del dipendente, meno quelli nei quali ha usufruito del servizio di mensa. Le società che emettono i buoni dovranno premurarsi di garantire idonee misure antifalsificazione e di tracciabilità per assicurare che i biglietti siano autentici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso