Manovra: sessione bilancio Senato il 31
31 Ottobre Ott 2017 1644 31 ottobre 2017

Manovra, la legge di bilancio e il dl fiscale approdano in parlamento

In commissione Bilancio al Senato presentati almeno mille emendamenti al decreto fiscale. Le audizioni sui provvedimenti si terranno tra il 6 e 8 novembre. Spunta 1 miliardo di euro in più per la ricostruzione in Centro Italia.

  • ...

La prossima legge di Stabilità e il decreto fiscale hanno un costo di circa 34,4 miliardi di euro nel 2018, con effetti anche nel 2019 (27,2 miliardi) e nel 2020 (19 miliardi). È quanto è emerso dai documenti allegati alla legge di bilancio depositati in Senato. Le coperture del 2018 ammontano a 19,5 miliardi, reperiti con i due provvedimenti, e a circa 15 miliardi in deficit (leggi anche: Manovra, tutti i dettagli della legge di bilancio).

PIÙ FONDI PER LA RICOSTRUZIONE POST SISMA. Nella manovra, nel frattempo, è spuntato anche 1 miliardo di euro in più per finanziare la ricostruzione nelle aree del Centro Italia devastate dai terremoti del 2016. Il Commissario per la ricostruzione, Paola De Micheli, ha sottolineato che le risorse finanziarie, disponibili e previste dal bilancio pluriennale dello Stato, saranno utilizzate per la ricostruzione di edifici pubblici, scuole, sedi comunali e caserme delle forze dell'ordine.

AUDIZIONI TRA IL 6 E 7 OTTOBRE. Le audizioni sulla legge di Bilancio si terranno lunedì 6 e martedì 7 novembre. Il calendario è stato confermato dal presidente della commissione Bilancio del Senato, Giorgio Tonini, al termine della riunione della commissione che ha incardinato la manovra. I relatori sono Magda Zanoni (Pd) e il collega Marcello Gualdani (Ap). Le audizioni si terranno davanti alle commissioni congiunte di Camera e Senato, inizieranno lunedì alle 12 e si chiuderanno con il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan martedì sera alle 20. Gli emendamenti alla legge di Bilancio restano fissati al 10 novembre.

MILLE EMENDAMENTI SUL DL FISCALE. Nel frattempo sul decreto fiscale sono piovuti circa mille emendamenti. Le proposte sono state presentate in commissione Bilancio del Senato. Di questi 283 sono stati presentati dai senatori del Pd e 28 da Mdp. Il vaglio degli emendamenti inizierà mercoledì 8 novembre dopo le audizioni sulla legge di Bilancio.

MDP CONTRARIA ALLA ROTTAMAZIONE DELLE CARTELLE. «Siamo assolutamente contrari alla rottamazione delle cartelle» perché «siamo sempre stati contrari ai condoni, che mettono in dubbio la credibilità del sistema fiscale. Quando togli le sanzioni e uno paga quando gli pare si tratta di un condono». Così la capogruppo al Senato di Mdp Cecilia Guerra spiegando che il suo gruppo ha presentato 28 emendamenti al decreto fiscale, tra cui lo stop alla rottamazione bis. Se la misura rimane «è una gravissima ipoteca» sulla possibilità che Mdp voti il provvedimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso