Api rileva TotalErg con 2.600 stazioni
3 Novembre Nov 2017 1857 03 novembre 2017

Api rileva i distributori di TotalErg

L'operazione comprende 2.600 stazioni di servizio, il polo logistico di Roma e la raffineria di Trecate (Novara). Anonima petroli porta la propria rete a 5 mila punti vendita su tutto il territorio nazionale.

  • ...

TotalErg diventa Api. Quello che per anni fu il Cavallo Nero, rivale del Cane a Sei Zampe di Eni e del "Tigre nel motore" di Esso, ha rilevato da Erg e Total Marketing Services il 100% della joint venture TotalErg (51% italiana e 49% francese) per oltre 450 milioni di euro, di cui 273 pagati alla sola Erg. Api si arricchisce così di 2.600 stazioni di servizio, del Polo Logistico di Roma e del 25,16% della Raffineria di Trecate (Novara) e porta la propria rete a 5mila punti vendita su tutto il territorio nazionale, superando Eni (4.200 stazioni circa) per numero di punti di rifornimento ma non per volumi di vendita.

PER API RICAVI DA 6 MILIARDI. I ricavi totali, comprensivi delle attività di raffinazione, sono saliti per Api a circa 6 miliardi di euro, a fronte dei 2,3 miliardi del 2016, mentre Erg, da parte sua, ha detto addio per sempre al petrolio, come commenta l'amministratore delegato Luca Bettonte, che parla di «definitiva uscita del gruppo Erg dal mondo oil» per concentrarsi così nelle rinnovabili. L'operazione si dovrebbe chiudere entro la fine del prossimo mese di gennaio ed è condizionata all'approvazione dell'Antitrust e al completamento della scissione della divisione Lubrificanti a favore di Total Italia, per la quale Erg e Total Marketing Services hanno siglato un accordo vincolante che prevede la vendita da parte di Erg al Gruppo Total della propria quota (51%).

TOTALERG CESSA DI ESISTERE. In questo modo TotalErg cessa di esistere, dopo aver finalizzato lo scorso 10 agosto la cessione al fondo Ambienta e ad Aber della controllata Restiani, operante nel settore dei servizi per il calore, e lo scorso ottobre la vendita ad Ugi Italia di Totalgaz Italia, attiva nella commercializzazione del gas liquido (gpl). Con l'operazione Api raggiunge la «dimensione produttiva, logistica e commerciale necessaria per perseguire la nostra strategia di sviluppo», secondo il presidente Ugo Brachetti Peretti, con una capacità di raffinazione di «circa 6 milioni di tonnellate di petrolio all'anno». Inoltre Api potrà contare su una «logistica distribuita sia sul Tirreno che sull'Adriatico». Erg è stata assistita da Hsbc, Dla Piper ed Ernst & Young, Api da Unicredit, Ubi Banca, Banco Bpm e dallo studio Bonelli Erede, mentre Total si è affidata a Rotschild.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso