Soldi
20 Novembre Nov 2017 2007 20 novembre 2017

Cosa è l'istant payment: il nuovo bonifico istantaneo

Un nuovo sistema di pagamento sviluppato dal gruppo italiano Sia, permetterà pagamenti in pochi secondi e sarà attivo sette giorni su sette. Ecco come funziona la nuova infrastruttura.

  • ...

Solo 10 secondi e una somma di denaro (per ora fino a 15.000 euro ma potrà crescere) sarà trasferita da un conto corrente a un altro. L'istant payment è diventato realtà e un po' parla italiano. Se l'Italia è ancora in coda alle classifiche sui pagamenti digitali è invece protagonista di questa piccola rivoluzione grazie a Sia, il gruppo guidato da Massimo Arrighetti che ne ha progettato l'infrastruttura.

INTERESSANTI CONTI DELL'AREA SEPA. I conti correnti interessati saranno quelli dell'area cosiddetta SEPA (Single euro payments area) ovvero quelli ricadenti nelle 34 nazioni aderenti all'area unica dei pagamenti in euro. La velocità è il più evidente vantaggio ma non l'unico, in quanto sarà possibile eseguire i pagamenti a tutte le ore del giorno, 7 giorni su 7 e 365 giorni all'anno. In questa prima fase aderiscono una ventina di banche di 9 paesi. «Con l'instant payment colmiamo un divario che si era allargato tra i tempi dei pagamenti e quelli della logistica: il record è quello di un telefonino ordinato su Amazon e consegnato dopo 20 minuti ma è ormai consuetudine che le merci arrivino in giornata e i pagamenti solo alcuni giorni dopo», ha spiegato Arrighetti.

Rimarcando l'importanza concreta di questa evoluzione tecnologica, che risponde prima di tutto alle esigenze del mondo commerciale, ma con risvolti anche molto pratici se l'esigenza è per esempio quella di pagare una bolletta in tempo prima che stacchino il gas. «Ma che serve anche», ha aggiunto, «a semplificare gli scambi tra aziende che non si conoscono, riducendo il rischio commerciale».

PAGAMENTI DIGITALI IN CRESCITA. L'innovazione riguarda tutta l'area euro e per l'Italia, che ha un gap più profondo da recuperare è un grande passo. «Stiamo crescendo del 7% annuo contro una media europea del 4% ma partiamo da livelli molto bassi (di pagamenti digitali, ndr). Su questo e altri temi si dibatterà tra l'altro al Salone dei Pagamenti, la tre giorni organizzata da ABIServizi per fare il punto sull'evoluzione dei pagamenti digitali che si svolgerà a Milano dal 22 al 24 novembre», ha concluso Arrighetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso