Etruria: ostacolo vigilanza, assolti

Il caso Etruria

Boschi
14 Dicembre Dic 2017 1420 14 dicembre 2017

Etruria, Vegas: «Parlai con la Boschi di BpVi»

Il presidente della Consob: «Il ministro mi disse che temeva l'acquisizione da parte della Popolare di Vicenza, perché avrebbe danneggiato l'industria dell'oro di Arezzo». La replica: «Non mi dimetto. Fu lui a chiedere un incontro, a casa sua».

  • ...

«Non mi dimetto. Le opposizioni sono due anni che ripetono la stessa cosa, ribadisco quanto detto in parlamento due anni fa: non ho mentito. Non c'è stato nessun favoritismo nei confronti di mio padre o della mia famiglia»: la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, ospite della trasmissione televisiva Otto e mezzo, ha replicato così ai nuovi attacchi sul caso Banca Etruria.

VEGAS: «BOSCHI ERA PREOCCUPATA». A far riesplodere la polemica sono state le dichiarazioni del presidente della Consob, Giuseppe Vegas, che di fronte alla Commissione banche del Senato ha dichiarato: «Su Banca Etruria ho avuto modo di parlare della questione con l'allora ministro Boschi, che espresse un quadro di preoccupazione perché a suo avviso c'era la possibilità che Etruria venisse incorporata dalla Popolare di Vicenza, e questo era di danno per la principale industria di Arezzo, che è l'oro».

LA PROPOSTA DI UN INCONTRO CASALINGO. Boschi, intervistata da Lilli Gruber, ha ammesso di aver incontrato Vegas più volte: «Ci sono stati più incontri e il 29 maggio 2014, in una di quelle occasioni, Vegas mi chiese in modo inusuale di incontrarci a casa sua alle 8 di mattina. Io risposi che ci dovevamo vedere al ministero o in Consob, non a casa sua».

Le parole di Vegas hanno scatenato tutti coloro che accusano Boschi di essere intervenuta per favorire Banca Etruria: «Io le risposi che Consob non era competente sulle scelte di aggregazione delle banche», ha precisato il presidente della Consob, cercando di placare la tempesta. «In ogni caso non ho mai ricevuto pressioni, né il ministro mi ha mai chiesto di intervenire».

L'ANTICIPAZIONE SUL PADRE VICE PRESIDENTE. Vegas ha ricordato però che l'allora ministra Boschi «chiese di vedermi e venne a Milano», mentre in un'altra occasione «mi disse che suo padre sarebbe diventato vice presidente». «Siamo stati in un ristorante a pranzo», ha detto, «poi l'ho portata a visitare la Consob, mi sembra una cosa normalissima che un parlamentare si interessi del suo collegio elettorale, non c'è stata pressione ma l'esposizione di un fatto».

LA REPLICA SU FACEBOOK. «Anche oggi ricevo attacchi dalle opposizioni sulla vicenda Banca Etruria. Confermo per filo e per segno tutto ciò che ho detto in Parlamento due anni fa. Tutto. Chi mi chiede le dimissioni perché avrei mentito in Parlamento deve dirmi in quale punto del resoconto stenografico avrei mentito. Ho incontrato più volte il presidente della Consob in varie sedi come ho incontrato altri rappresentanti istituzionali: mai e poi mai ho fatto pressioni. Mai», era stata la replica della Boschi su Facebook.

Anche oggi ricevo attacchi dalle opposizioni sulla vicenda Banca Etruria. Confermo per filo e per segno tutto ciò che ho...

Geplaatst door Maria Elena Boschi op donderdag 14 december 2017

«Il quadro che emerge dalle dichiarazioni di Vegas non può essere ignorato. Quando un membro del governo mente al Parlamento non c'è altra strada che le dimissioni», ha dichiarato Roberto Speranza, leader di Mdp.

M5S: «UFFICIALE: BOSCHI HA MENTITO». «Ufficiale: Boschi si è occupata di Banca Etruria. Più di una volta. Così come appena confermato da Giuseppe Vegas Presidente Consob. Contrariamente a quanto detto al Parlamento il 18 dicembre 2015. Maria Elena Boschi ha mentito al Parlamento condizionando il voto sulla sua sfiducia», ha scritto, in un tweet, Carlo Sibilia, membro del M5s della Commissione d'inchiesta.

«Sarei grato a Sibilla e Speranza se dicessero pubblicamente in quale punto dello stenografico del discorso della Boschi ha mentito al Parlamento», ha ribattuto il tesoriere e deputato Pd Francesco Bonifazi su Twitter.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso