Avocado
2 Febbraio Feb 2018 1924 02 febbraio 2018

Con l'avocado nel paniere Istat torna la polemica sui bamboccioni

Il frutto che va di moda nei bar hipster diventa mainstream. E rispunta la storia degli under 30 che lo consumano senza poterselo permettere. Mentre qualcuno si buca (sempre più spesso) le mani.

  • ...

Ora che l'avocado è entrato nel paniere Istat, vera consacrazione del mainstream dei consumi italiani, è meglio che gli under 30 si preparino: è in arrivo una nuova polemica stile bamboccione. D'importazione però, proprio come gli avocado. Che in Italia si coltivano (da poco) solo in Sicilia.

NIENTE CASE, TROPPO GUACAMOLE. Ci vorrà poco, infatti, perché qualche volenteroso della provocazione ricicli l'uscita del miliardario australiano Tim Gurner secondo cui i millennial non possono permettersi di comprare casa perché spendono troppo in avocado ai caffè e nei bar hipster. «Quando tentavo di comprare la mia prima casa», ha detto nel giugno del 2017 in televisione l'immobiliarista che gestisce progetti per 3,8 miliardi di dollari, «non mi compravo avocado schiacciato a 19 dollari e quattro caffè da quattro dollari l'uno. Le aspettative dei giovani sono molto, molto alte».

Ci avete rubato il futuro, lasciateci almeno l'avocado

"Il super frutto dell'anno, un modo di vivere ecologico, salutista, brillante, alternativo, una filosofia": neanche all'Avvocato La Stampa ha dedicato un panegirico come quello che elevava all'avocado, la sintesi vegetale del salutismo foodpornografico, protagonista su Instagram e Pinterest in mille versioni, dalla crema al canapé, dall'insalata alla maschera di bellezza e, insieme alla barba (quando non addirittura impigliato nella barba), emblema internazionale del lifestyle hipster.

Mica è il primo che se la prende con quello che molti italiani sono convinti che Hemingway abbia definito come «il frutto del paradiso» (probabilmente una fake news, visto che nessun sito inglese riporta una citazione del genere, solo italiani). Prima di lui era toccato a un demografo, sempre australiano, tal Bernard Salt: «Ho visto ragazzi ordinare polpa di avocado e feta su un toast ai cinque cereali a 22 dollari a botta e più. Io posso permettermi di mangiare una cosa del genere per pranzo perché sono un signore di mezza età e ho mantenuto la mia famiglia. Ma i giovani come fanno a permetterselo? Non dovrebbero fare economia e mangiare a casa?».

IN ITALIA CONSUMO A +78%. Siamo in zona bamboccioni, più o meno. E basta googlare “avocado” e “millennial” per capire quale enorme “shit-storm” sia diventata questa faccenda. Intanto nell'ultimo anno il consumo di avocado in Italia, secondo una ricerca della Coop, è cresciuto del 78%. A Milano più che altrove si moltiplicano i bar (hipster, nemmeno a dirlo) che offrono avocado toast, guacamole e altro ancora a prezzi non proprio popolari, per dirla tutta.

La ditta “Sicilia avocado” coltiva il frutto tropicale in Italia e lo commercializza online: con 26 euro ti puoi far recapitare il pacco da 4 chili

Dal 2013 sulle pendici dell'Etna la ditta “Sicilia avocado” coltiva il frutto tropicale in Italia e lo commercializza online: con 26 euro ti puoi far recapitare il pacco da 4 chili. Bravi loro a capire dove andava il mercato. A oggi c'è penuria di avocado in tutto il mondo: ne consumano sempre di più gli europei, i cinesi, e ovviamente gli americani, passati in 25 anni da un consumo procapite di mezzo chilo a 3,5 chili.

OCCHIO PERÒ AL COLTELLO. In Messico, uno dei maggiori produttori mondiali, le piantagioni sono prese di mira dalle bande dei narcos. Non è l'ultimo modo in cui un avocado può essere pericoloso: l'associazione britannica della chirurgia estetica e ricostruttiva ha proposto recentemente di applicare su ogni frutto un bollino che spieghi di evitare assolutamente l'uso del coltello per scalzare il nocciolo dalla polpa. Il chirurgo Simon Eccles ha dichiarato che ogni settimana si presentano da lui quattro pazienti che si feriscono tutti allo stesso modo, con il coltello che scivola nella polpa e arriva a trapassare la mano. Vietate le battute sui consumatori di avocado e mani bucate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso