Italo Treno
8 Febbraio Feb 2018 1538 08 febbraio 2018

Cos'è Gip, il fondo Usa che ha comprato Italo

Global Infrastructure Partners, il più grande gruppo al mondo specializzato in infrastrutture, ha acquisito Ntv per quasi 2 miliardi di euro. Dalle ferrovie ai porti, gestisce oltre 40 miliardi di dollari. Tutti gli asset.

  • ...

Dalle ferrovie agli aeroporti, ai gasdotti, ai porti: il fondo Usa Gip (Global infrastructure partners), che ha comprato il gruppo ferroviario Italo-Ntv, è il più grande del mondo specializzato in infrastrutture. Con oltre 40 miliardi di dollari gestiti per i propri investitori, è stato fondato, si legge sul sito, da una società di ingeneri e manager. Con sedi negli Stati Uniti, a Londra e in Australia, il fondo ha in portafoglio sei società energetiche, cinque industriali e cinque per i servizi pubblici. In Europa, oltre che in Italia, ha effettuato acquisizioni in Germania e Spagna e ha un'importante presenza nel Regno Unito. Ecco una sintesi dei principali investimenti.

TRASPORTO AEREO E FERROVIARIO: A Gip fanno capo l'aeroporto londinese di Gatwick e l'aeroporto di Edimburgo. In portafoglio fino al 2016 anche il London City poi ceduto. Nel settore dei treni, di Gip è la Pacific national per il trasporto merci e la logistica ferroviaria in Australia.

SETTORE MARITTIMO: Nel portafoglio il Terminal Investment Limited ossia la divisione di Msc per la gestione globale dei porti e i porti di Brisbane e Melbourne.

ENERGIA: Importante anche l'attività nel campo energetico con gasdotti, attività di storaggio e trasporto di prodotti petroliferi e infrastrutture per le rinnovabili con società a Singapore, Spagna e Germania dove è in partnership con Dong Energy leader mondiale dell'energia eolica per un progetto nel mare del Nord.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso