2 Per Mille Euro Soldi
26 Aprile Apr 2018 1100 26 aprile 2018

Guadagni e anomalie del 2 per mille: al Pd quasi 8 milioni di euro

Dalle dichiarazioni dei redditi 2017 15,3 milioni di euro alla politica. Democratici in testa. Lega a 1,9. Forza Italia 850 mila. Il M5s rifiuta i finanziamenti. Oltre un milione spartito tra Sel e Rifondazione. I grafici.

  • Valerio Berra
  • ...

L19, M20, F15. Colpito e arricchitto. Bastano una lettera e due numeri per scegliere a quale partito destinare il 2 per mille del proprio 730. Il termine per la dichiarazione dei redditi è fissato per i primi giorni di luglio, ma sui siti di molti partiti si possono già trovare tutte le indicazioni per donare la quota dell'Irpef riservata alla politica.

IL PD SBANCA, SEGUONO LEGA E FORZA ITALIA. Il 2 per mille è stato introdotto nel 2014 dal governo Letta. I dati più ricenti riguardano i fondi ottenuti dai partiti grazie alla dichiarazione dei redditi del 2017. Il Partito democratico domina la classiffica, dall'alto dei suoi quasi 8 milioni di euro. Al secondo posto c'è la Lega con poco meno di 1,9 milioni e poi Forza Italia: 850 mila euro.

I GRILLINI RIFIUTANO OGNI FINANZIAMENTO. Il grande assente di questa classifica è il Movimento 5 stelle. Da quando è nato il 2 per mille i pentastellati hanno deciso di non accedervi, le ragioni sono spiegate in un post sul Blog delle Stelle. La loro scelta è in linea con uno dei principi fondanti del Movimento: niente finanziamenti pubblici per fare politica.

Nel 2017 solo il 3% degli italiani ha destinato il 2 per mille ai partiti: circa 1 milione e 200 mila contribuenti sui quasi 40 milioni totali

Agli italiani non piace destinare i propri soldi ai partiti. Nel 2017 la percentuale di scelte valide per il 2 per mille è stata del 3%, circa 1 milione e 200 mila contribuenti sui quasi 40 milioni totali. Un risultato basso, ma comunque in crescita rispetto agli anni precedenti. Nel 2014 solo 16.518 italiani avevano indicato il partito a cui destinare la propria donazione. Nel 2015 era andata meglio, la percentuale era salita al 2,72% per poi calare ancora nel 2016 al 2,38%.

ANOMALIE A SINISTRA: SEL E RIFONDAZIONE. Alla quinta posizione dei partiti che hanno preso più dal 2 per mille nella dichiarazione dei redditi 2017 c'è Sel, con 753.985 euro. Il partito guidato da Nichi Vendola è stato fondato nel 2009, ma si è sciolto nel dicembre 2016. Una posizione sotto si trova Rifondazione comunista con un bottino da 611.337 euro. Un dato che stride con quello delle elezioni politiche 2018. Nell'ultima tornata elettorale Rifondazione si è presentata nella lista Potere al popolo, ma - come succede dal 2008 - è rimasta fuori dal parlamento. Potere al popolo ha ottenuto poco più dell'1% delle preferenze, non superando la soglia di sbarramento fissata al 3%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso