Grafico1
13 Aprile Apr 2018 0900 13 aprile 2018

Scambi commerciali in ripresa, ma ai tassi di crescita pre-crisi

Dato aumentato nel 2017 a +4,7%, con ritmi superiore alla media dell’ultimo quinquennio. Le percentuali degli Anni 90 però sono ancora lontane.

  • * in collaborazione con il Cer (Centro Europa ricerche)
  • ...

Il grafico del giorno raffigura produzione e commercio mondiale (tassi di crescita percentuali in volume) dal 2000 in poi. Gli scambi internazionali di beni e servizi hanno risentito favorevolmente della ripresa economica mondiale, aumentando nel 2017 a un tasso del 4,7%, superiore alla media dell’ultimo quinquennio.

"COLPO DI FRUSTA" DELLA CRISI. Resta tuttavia evidente che l’espansione degli scambi non è ancora tornata ai ritmi del passato. Se si trascura il “colpo di frusta” della crisi, in cui l’impatto della caduta e del successivo rimbalzo della produzione sul commercio è stato fortemente amplificato dal ciclo delle scorte e dai più intensi legami di interdipendenza creati dallo sviluppo delle reti produttive internazionali, si nota con chiarezza che comunque l’elasticità apparente degli scambi rispetto al reddito mondiale si è abbassata strutturalmente.

RAPPORTO ANCORA NON OTTIMALE. Nell’ultimo quinquennio il tasso medio annuo di espansione degli scambi è stato solo marginalmente superiore a quello della produzione mondiale, mentre negli anni precedenti alla crisi - e ancor più negli Anni 90 - un punto percentuale di crescita del Pil mondiale era in grado di attivare oltre due punti percentuali di crescita degli scambi.

* Stime. Fonte: elaborazioni su dati Fondo monetario internazionale (Fmi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso