Equitalia 111013111906
LETTERE 13 Ottobre Ott 2011 1110 13 ottobre 2011

Riscuotere 60 miliardi dalla corruzione

Un lettore chiede che Equitalia intervenga sulle sentenze della Corte dei conti.

  • ...

Un manifestante a Roma contro Equitalia.

Gentile direttore,
vorrei intervenire sulla vicenda della Corte dei conti, che, come è noto, ha rilevato, con sentenze definitive importi dell’ordine di 60 miliardi di euro all'anno per corruzione, che nessuno si preoccupa di riscuotere.
Preciso che si tratta di singole sentenze di condanna a svariate persone fisiche individualmente determinate
Ebbene, propongo che, con apposita norma di legge (meglio con un decreto legge, vista la necessità e l’urgenza di recuperare somme dovute), le sentenze definitive della Corte siano munite di clausola di immediata riscossione per mezzo di ingiunzione ai sensi della legge 639/1910, e che - trascorsi 30 giorni dalla notificazione - siano riscosse coattivamente da Equitalia, direttamente a favore del ministero dell’Economia, che provvederà a stornarle agli enti che pur avendo il dovere di provvedervi, di norma non lo fanno per ignavia o perché costretti dalla Casta a loro sovra ordinata.

Mario Maceroni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati